Blitz quotidiano
powered by aruba

Presa Diretta parla di educazione sessuale: Rai sposta

Cyberbullismo, educazione sessuale, meglio parlarne a sera inoltrata per non urtare i bambini. La Rai ha deciso di spostare leggermente in avanti la messa in onda di Presa Diretta

Presa Diretta parla di educazione sessuale: Rai sposta

Presa Diretta parla di educazione sessuale: Rai sposta

ROMA – Presa Diretta parla di educazione sessuale: Rai sposta. Cyberbullismo, educazione sessuale, meglio parlarne a sera inoltrata per non urtare i bambini. La Rai ha deciso di spostare leggermente in avanti la messa in onda di un’inchiesta della trasmissione Presa Diretta. Il conduttore e giornalista Riccardo Iacona ha accettato ma con qualche riserva. In diretta ha detto:

“Questa sera prenderemo di petto la questione di come prevenire i tanti episodi, ma la Rai – ha detto in diretta – per rispettare la fascia protetta mi ha chiesto di posticipare un po’ più avanti nel corso della sera la bella inchiesta di Giulia Bosetti. E’ una decisione che non condivido: per me questo è un reportage talmente pedagogico che andrebbe visto figli e genitori insieme. Ma – ha detto Iacona – è una decisione che devo rispettare”. Proteste per lo spostamento fra gli spettatori di Presa diretta sui social network.

Iacona poco prima aveva ironicamente protestato in uno scambio con Luciana Littizzetto, collegandosi a Che Tempo che Fa. Gli stessi concetti Riccardo Iacona li ha ribaditi al telefono: “Ho trovato esagerata la preoccupazione della Rai riguardo alla messa in onda del primo blocco della trasmissione. Il servizio era stato pensato e confezionato proprio perché potesse andare in prima serata, non c’era nulla, in nessun passaggio del nostro servizio, che potesse essere giudicato inappropriato. Mentre lo vedevo andare in onda, alle 22, mi veniva da ridere, perché non c’era nessun riferimento al sesso che non fosse stato ponderato in funzione della trasmissione in quella fascia”.