Blitz quotidiano
powered by aruba

Rimini, 17enne stuprata in bagno discoteca. Le amiche filmano

Rimini, la stuprano in bagno discoteca. Le amiche filmano

Rimini, la stuprano in bagno discoteca. Le amiche filmano

RIMINI – L’hanno filmata mentre subiva la violenza più atroce e umiliante che possa essere inflitta ad una donna. Una notte da incubo per una ragazzina di appena 17 anni, stuprata nel bagno di una discoteca di Rimini, che il giorno dopo è stata costretta a rivivere per la seconda volta. Le sue amiche, quelle che avrebbero potuto aiutarla e salvarla, hanno provveduto ad immortalare la scena coi telefonini.

Nel video choc, recapitatole il giorno seguente su Whatsapp, si sentono in sottofondo le risatine delle amiche. Per loro è tutto un gioco, mentre lei, ubriaca e inerme viene portata in bagno e violentata da un ragazzo che non si è fatto scrupoli ad approfittare del suo stato di semi incoscienza.

Il filmato, secondo quanto riportato dal quotidiano Il Messaggero, non mostra fortunatamente il volto della ragazzina. Una volta riviste quelle immagini choc la giovane ha chiesto aiuto alla madre e insieme si sono recate in Caserma dei Carabinieri per sporgere denuncia. Non si sa a quante persone sia stato inviato: gli inquirenti dovrebbero avere già provveduto alla rimozione di tutto. Resta invece ancora da individuare il presunto stupratore. I ricordi della vittima sono pressoché nulli e sfumati.

Il Resto del Carlino parla di un giovane albanese: nella discoteca che la ragazzina frequentava abitualmente, si conoscono più o meno tutti, anche solo di vista. Quella sera la ragazzina ha ingurgitato un bel po’ di alcol, non è chiaro se di sua iniziativa o perché convinta dal suo stupratore. Certo è che quei cocktail l’hanno messa ko, al punto che il ragazzo l’ha dovuta trascinare fino al bagno, dove ha potuto agire indisturbato, anche grazie alla complicità delle amiche-nemiche.