Blitz quotidiano
powered by aruba

Sergio Morana, prof arrestato: Molestie a allieve da 20 anni

Sergio Morana, prof arrestato: Molestie a allieve da 20 anni

Sergio Morana, prof arrestato: Molestie a allieve da 20 anni

GENOVA – Avrebbe molestato le sue allieve per 20 anni nella scuola media di Genova dove insegnava. Sergio Morana, docente di musica di 60 anni, è stato arrestato con l‘accusa di violenza sessuale aggravata. L’uomo avrebbe fotografato le sue allieve, tutte con età inferiore ai 14 anni, e le avrebbe invitate a incontri extra-scolastici. Morana si è dichiarato innocente e ha annunciato di essere pronto a difendersi da tutte le accuse nei suoi confronti.

Il professore è rimasto al suo posto in una scuola media di Genova per 20 anni, ma dopo la denuncia da parte della famiglia di una studentessa di 11 anni, sono emerse le accuse di violenza sessuale che hanno portato al suo arresto, scrive Marco Grasso sul Secolo XIX:

“Ci sono voluti altri vent’anni per arrivare all’arresto di Sergio Morana, oggi sessantenne, accusato oggi di un’altra violenza sessuale su una nuova alunna, di 11 anni, nella stessa scuola. Mette i brividi ciò che emerge nel fascicolo raccolto dalla magistratura, che provò a incastrarlo (senza riuscirci, l’uomo verrà in parte prescritto e in parte prosciolto per l’assenza di querela) per un paio di casi di molestie e alcune foto pedopornografiche trovate sul suo computer.

Soprattutto: gli inquirenti, senza girarci troppo intorno, scrivono che le segnalazioni di genitori e professori si infransero su un muro di silenzio: il vecchio preside, a metà degli anni Novanta, risolse quel primo scandalo «invitando «a prendersi un lungo congedo dal lavoro»”.

Tommaso Fregatti e Alessandro Ponte su La Stampa scrivono che la bambina ha raccontato ai genitori di essere stata palpeggiata da Morana durante l’ora di ricreazione e per questo di non voler più andare a scuola. Gli agenti ora indagan anche su altri due presunti casi di molestie e l’uomo, che si trova ai domiciliari, si dice innocente:

“Comincia nell’ottobre scorso questa storia. È mattina. C’è una bambina di 11 anni che si attarda ad uscire dalla classe a ricreazione. Rimane qualche minuto sola con il professore di musica. Quando esce è terrorizzata. «Era spaventatissima – hanno raccontato alcune compagne di classe agli inquirenti – ma non voleva dire nulla». Cosa è successo nella classe? Le prime a scoprirlo sono due amichette della piccola. Con loro si confida. Racconta che il professore si è avvicinato alle sue spalle, l’ha palpeggiata. La piccola, che a scuola è sempre andata volentieri, inizia ad avere paura. Alcune mattine si alza e vorrebbe rimanere a casa. Succede quando nel calendario c’è la lezione di musica. I genitori si accorgono del cambiamento, parlano con la piccola e lei cede. Racconta quell’abuso, dice di non essere l’unica. Papà e mamma decidono di denunciare tutto alla polizia.

Passano pochi giorni e le famiglie che si presentano in commissariato sono tre. Ci sono delle ombre che emergono dal passato del docente. C’è una denuncia per abusi di una studentessa del 2003, indagine finita con un’archiviazione per mancanza di indizi e per alcuni intoppi negli accertamenti che fecero cadere in prescrizione i capi di accusa. Ci sono altri episodi risalenti agli anni Novanta mai denunciati, ma che qualcuno conosce bene. Sergio Morana, viene arrestato venerdì sera. «L’uomo – scrive il magistrato nell’ordinanza di custodia cautelare – potrebbe commettere di nuovo il reato visto il suo ruolo e visto anche che vi sarebbe un precedente simile»”.





PER SAPERNE DI PIU'