Blitz quotidiano
powered by aruba

Stupro di gruppo: trovata legata sulla riva del Po

Una ragazza di 17 anni mercoledì sera è stata trovata seminuda e sotto choc sull’argine del Po presso la foce del Trebbia, Piacenza

Stupro di gruppo: trovata legata sulla riva del Po

Stupro di gruppo: trovata legata sulla riva del Po

PIACENZA – Un’aggressione sessuale, compiuta probabilmente da più persone che hanno legato e imbavagliato la giovanissima vittima. Sulle rive del Po, in provincia di Piacenza, è stata trovata viva e sotto choc una ragazza italiana di appena 17 anni. Ecco cosa racconta il Corriere della Sera:

La giovane, secondo un’ipotesi al vaglio degli investigatori, sarebbe stata vittima nel pomeriggio di un’aggressione sessuale messa in atto da una o più persone. La ragazza, infatti, sarebbe stata legata con nastro da pacchi e violentata.

La ragazza è riuscita a scambiare solo poche parole. A trovarla è stato un uomo che stava correndo sull’argine e che l’ha vista seminuda in mezzo alla vegetazione. Sono intervenuti il personale del 118, che l’hanno portata all’ospedale. I carabinieri e i vigili del fuoco hanno ritrovato in mezzo alla vegetazione i vestiti della ragazza con accanto del nastro da pacchi.

Ed ecco il racconto, più dettagliato, de Il Piacenza:

Spogliata e legata in una boscaglia: 17enne aggredita sull’argine „ Stava facendo jogging sull’argine del Po quando ha visto una ragazza nuda arrancare nell’erba chiedendo aiuto. L’uomo l’ha soccorsa e ha prontamente chiamato il 118 e le forze dell’ordine. Sono ancora tutti da chiarire i contorni di quello che sarebbe successo – nel pomeriggio del 27 gennaio – a una ragazza italiana di 17 anni che sembrerebbe essere stata portata da qualcuno sull’argine all’altezza della foce del Trebbia. Costretta a seguire l’aggressore o più aggressori, in una boscaglia sembra che sia stata spogliata e poi picchiata e forse anche violentata. La giovane aveva probabilmente del nastro adesivo sulla bocca, per impedire di chiamare aiuto. L’uomo che l’ha trovata è stato sentito dai carabinieri: è riuscito a condurre i militari nel punto esatto dove ha trovato la ragazza. Lì i carabinieri del radiomobile e i vigili del fuoco hanno trovato gli indumenti della 17enne sporchi di fango, un rotolo di nastro adesivo e evidenti segni di calpestio sul terreno fangoso. Forse la giovane ha cercato in tutti i modi di scappare da chi la stava aggredendo, raccogliendo le poche forze per chiedere aiuto. I carabinieri stanno cercando di capire come possa essere arrivata sull argine e con che mezzo.





TAG: