Blitz quotidiano
powered by aruba

Tantra, Kamasutra o Taoismo? Sesso spirituale, pro e contro

Tantra, Kamasutra o Taoismo? Sesso spirituale, pro e contro

Tantra, Kamasutra o Taoismo? Sesso spirituale, pro e contro

ROMA – Lo sapevate che una persona su dieci controlla il cellulare anche mentre fa sesso? Questo il risultato di una recente ricerca condotta da un’università canadese. Tracey Cox, autrice di molti saggi sulle relazioni e sul sesso, afferma che ci “troviamo nel mezzo di una crisi sessuale provocata dalla tecnologia e forse è arrivato il momento di avere una maggiore consapevolezza”.  Di qui, anche se l’argomento “sesso spirituale” solleva un po’ di scetticismo, il suggerimento di ridare una spolverata alle antiche filosofie del Tantra, del Kamasutra o del Taoismo. Per molti versi vi potranno sembrare bizzarri ma in essi si nascondono delle vere e proprie perle di saggezza sessuale.

Ecco una lista di pro e contro di ognuno:

KAMASUTRA – E’ un antico manuale sul sesso scritto tra il III e V sec. In totale sono sette libri, ma in realtà solo il secondo tratta esclusivamente di sesso ed è molto più che una lista di posizioni acrobatiche da provare a letto, cosa sulla quale si concentra la maggior parte delle interpretazioni moderne. Ironia vuole che il presunto autore (Vatsyayana) fosse un uomo rimasto celibe per tutta la vita.

E’ interessante notare che le complesse tecniche seduttive e sessuali in realtà non siano destinate a coppie innamorate. Se vi amate, tutto quello che dovete fare è “lasciarvi andare e farvi guidare dall’istinto”. Le varie tecniche sono progettate per aiutarvi a raggiungere questo stato.

Alcune posizioni ricordano quelle dello yoga e sono mirate a facilitare la coppia nella meditazione ma consentono di avere anche rapporti sessuali prolungati – anche una o due ore – poiché i movimenti sono ridotti al minimo. C’è uno scambio di energie vitali ma capita anche di addormentarsi…

Il manuale riconosce la presenza dell’orgasmo femminile in un’epoca in cui altri pensavano non esistesse nulla di simile. Si raccomanda, infatti, che sia la donna a raggiungere il climax per prima. E il motivo principale per cui le coppie si separano, il kamasutra l’attribuisce alla monotonia e alla noia sessuale: per questo, in India, è normale che prima di sposarsi gli uomini leggano il manuale.

“Un uomo e una donna vivono in un solo corpo e una sola anima”, scrive il Kamasutra ma è una “frase – afferma la Cox – che fa scappare a gambe levate i più indipendenti e chiunque abbia una fobia da relazione stabile. E fare sesso per una o due ore… Ma chi ha tempo?! Per non parlare di alcune posizioni che richiedono braccia e gambe di gomma e peni di plastilina”.

IL TANTRA – E’ una dottrina orientale nata dopo una ribellione contro le – ancora – attuali credenze indù, che suggerivano di evitare il sesso qualora si fosse in cerca di “illuminazione spirituale”. Risale al VII sec. e onora la sacra unione tra energie maschili e femminili in grado di creare la vita.

Shiva, il dio indù di sesso maschile è l’incarnazione della pura coscienza e Shakti, quella femminile, è l’incarnazione di energia pura.

Il princìpio base del Tantra è: rallentare. La penetrazione sarà graduale e controllata. “Ciò permette alle donne di utilizzare le tecniche del “tendere e flettere” – dice la Cox – ossia una versione più elegante degli esercizi per rafforzare il tessuto pelvico. Non è un mito che il sesso tantrico possa andare avanti per una o due ore, ma c’è chi si chiede se la durata regali davvero a un sesso più piacevole (per domande rivolgersi a Sting che da anni con la moglie Trudy pratica sesso trantrico).

Il Tantra, inoltre, insegna a rimanere focalizzati sul “qui e ora”. “Se siete persone che vagano con la mente (“Cosa cucino stasera” o “che dirò alla conferenza di domani?), mentre il partner è lì a sgobbare gli esercizi di “collegamento” potrebbero tornarvi utili”, afferma la scrittrice.

La terapia sessuale tradizionale incoraggia le persone a perdersi nell’esperienza, mentre alla base del Tantra vi è una piena consapevolezza e presenza. Esercizi di respirazione sono consigliati per migliorare il tono sessuale, prolungare l’atto e aiutare gli uomini che soffrono di eiaculazione precoce.

In poche parole, incoraggia le coppie a smetterla di focalizzarsi sull’orgasmo o sul tempo trascorso. Coinvolge il cuore così come altre parti del corpo e non lascia spazio all’egoismo, si tratta soprattutto di “dare”.

“Gli uomini sono incoraggiati nel prolungare il sesso e i preliminari diventano importanti. Il Tantra si riferisce spesso al “mischiare fluidi corporei” (chiamandoli “nettare” o “succhi dell’amore”) ma se non si sta facendo sesso monogamo, mischiare è sensato quanto stare sdraiati in mezzo all’autostrada nell’ora di punta. Sesso sicuro e preservativi non sono contemplati”, conclude la Cox.

TAOISMO – Un libro scritto nel VI sec. che parla dello Yin (femminile), dello Yang (maschile) e del Ch’i, il flusso di energia che c’è tra loro. Il Ch’i è la stessa forza vitale che scorre nel corpo umano. Lo scambio di energia se ben canalizzato, conduce all’armonia.

Il Taoismo afferma che gli uomini possano avere orgasmi multipli dal momento che orgasmo ed eiaculazione sono due processi separati. L’eiaculazione è semplicemente la serie di contrazioni che portano alla fuoriuscita del seme, mentre la sensazione di orgasmo accade nel cervello.

“Attraverso lunghi processi che allenano il corpo a separarsi dalla mente, l’uomo può raggiungere l’orgasmo senza eiaculare. E’ una tecnica focalizzata particolarmente sui preliminari e su nove tipi di “spinte”, con l’obiettivo di raggiungerne 81 (un set di nove spinte per ogni tipo!)”, dice la Cox.”Il Taoismo ammette che il desiderio maschile è più facile da accendere, ma si spegne anche più rapidamente. Quello femminile, invece, impiega più tempo ma tende a durare di più”.

Si domanda la Cox: “Ma chi è che riesce a contare ogni volta fino a 81?!” “L’eiaculazione è permessa solo quando strettamente necessaria e sono pochi gli uomini a pensarla così. Separare l’eiaculazione dall’orgasmo è facile da dire ma è difficile da realizzare. Inoltre, molte donne di fronte a una mancanza di orgasmo diventano sospettose”. “Un metodo suggerito per bloccare l’orgasmo dell’uomo – conclude la scrittrice – è quello di “digrignare i denti” e dev’esserci una ragione se la cosa non ha mai preso piede”.