photogallery

Usa. La storica P*****y Enterprise vende le sue c*********e

Le c*********e di P*****y

Le c*********e di P*****y

USA, NEW YORK –  La storica P*****y Enterprise mette in vendita le sue c*********e. La società a cui fa capo il magazine salito alle cronache per i suoi n**i, e che ha poi abbandonato, valuta le sue opzioni, inclusa una vendita anche a pezzi.

E ha assunto la banca di investimento Moelis come advisor, anche per un’eventuale asta dell’azienda. P*****y Magazine è stato fondato da Hugh H****r nel 1953 con un investimento di 8.000 dollari raccolti in prestito.

Secondo quanto scrive il Wall Street Journal, P*****y vale ora fino a 500 milioni di dollari. La società non è più quotata, da quando nel 2011 Heffner, che oggi ha 89 anni, ha deciso di ritirala dagli scambi, e quindi non ha l’obbligo di comunicare il suo andamento finanziario. Al delisting del 2011 P*****y era valutata 207 milioni di dollari.

San raffaele

Nel 2015 le sue attività media hanno generato 38 milioni di dollari, mentre altri 55 milioni – secondo alcune stime – sarebbero stati generati dalle licenze concesse sul marchio. La rosa dei papabili acquirenti potrebbe includere società che intendono solo usufruire del marchio, concedendolo in licenza ad altri, o società media. Ma anche chi punta a mettere le mani su un un’azienda ‘trofeo’.

A P*****y fanno capo anche altre proprietà, inclusa la mansion di P*****y a Chicago valutata 55 milioni di dollari, una imponente proprietà a Los Angeles messa in vendita nei mesi scorsi. Nel raccogliere l’interesse per la casa, P*****y avrebbe riscontrato alcuni potenziali acquirenti per rilevare l’intera società.

P*****y per più di mezzo secolo ha dettato il dibattito americano sul tema del s***o, ma negli ultimi anni ha incontrato difficoltà nel restare rilevante fra vendite in calo e un internet dove materiale solo per adulti è alla portata di tutti. Al suo apice nel 1975 P*****y aveva una circolazione di 5,6 milioni di copie, crollata poi negli anni successivi a 800.000 copie.

To Top