photogallery

Valery Vita, attrice hard: “Ecco come è iniziata la mia carriera”

valery-vita

Valery Vita

ROMA – Intervistata da Radio Cusano, l’attrice porno Valery Vita ha raccontato come è diventata una attrice porno: “Gli scandali sessuali nel mondo dello spettacolo e del cinema? Secondo me un po’ ci stanno marciando sopra, se ci sono cose successe molto tempo fa non ha senso tirarle fuori oggi. Il fatto che si denuncino cose con anni di ritardo mi insospettisce. Se una accetta un baratto, vuol dire che è consapevole di quello che sta facendo e le va bene così. Io sono diventata una porno attrice per caso. Ho iniziato con foto di nudo erotico, da lì mi è stato proposto di fare un film. Ho provato e ho cominciato. Avevo iniziato col nudo erotico perché facevo la fotomodella e visto che non pagavano tantissimo mi hanno proposto di fare delle foto di nudo e mi è piaciuto, perché l’impegno era scarso e i risultati erano soddisfacenti. Inizialmente c’era un po’ di imbarazzo, ma a poco a poco l’imbarazzo svanisce e si diventa sempre più spigliati”.

Valery ha una casa di produzione: “Ho iniziato un annetto fa e ho deciso di mettere in piedi una casa di produzione perché volevo girare per me stessa. Realizzare in prima persona storie, progetti e poi metterle in piedi. Nel mondo del porno c’è il boom dell’amatoriale, che a me non piace. Il settore è sceso tantissimo negli ultimi anni, si trova molta roba gratis, è molto più difficile vendere. Per questo dobbiamo spostare l’attenzione su dei feticci particolari che si trovano difficilmente gratis e che le persone comprano volentieri. Come la blasfemia”
Valery è stata multata qualche giorno fa a Bologna perché stava girando un film in strada vestita da suora: “Abbiamo preso tre multe da 5000 euro. Un totale di 15.000 euro, faremo ricorso”.  

Valery ha dei limiti: “Non dico a tutto sì, si parla col regista e si cerca di capire cosa vuole. Ognuna di noi ha dei limiti, anche perché ormai vanno di moda cose sempre più strane”. 

Il lavoro dell’attrice porno è duro: “Dall’esterno sembra tutto bello, ma c’è un grande lavoro dietro e anche per gli uomini è complicato girare scene, non solo per le donne. Si è sotto osservazione, si ha tanto stress addosso, bisogna seguire le direttive della regia, non è facile come molti pensano”.

Valery è fidanzata con il porno-fachiro d’Italia: “Lui fa film hard però negli spettacoli oltre a fare la parte erotica fa la parte del fachiro. Nei nostri spettacoli interpreta dei personaggi in cui c’è il fuoco. Sputa il fuoco, si tocca col fuoco, facciamo sesso su un letto di chiodi, facciamo delle cose un po’ particolari”. 

Su Rocco Siffredi: “Non ci ho mai lavorato, ma non mi ispira molto, mi sembra un po’ troppo violento”.

To Top