photogallery

Miami, il viso dell’homeless “mangiato”: “cannibale” drogato dai “sali da bagno”

MIAMI – Il ” cannibale” di Miami e la sua vittima, nei giorni scorsi sono stati identificati. Il primo si chiamava Rudy Eugene, 31 anni ed è stato u****o con quattro colpi di pistola dalla polizia. La vittima invece è Ronald Poppo: si tratta di un homeless con molti precedenti penali che dal 1978 ad oggi sarebbe stato arrestato circa 30 volte.  Poppo, malgrado sia stato ferocemente attaccato alla faccia da Eugene, è ancora vivo e si trova ricoverato in ospedale.

Il 28 maggio, il cannibale aveva assalito Poppo in strada. La storia ha fatto molto discutere ed ha scioccato l’opinione pubblica: Rudy Eugene in pieno giorno si era denudato e dopo aver aggredito Poppo, aveva cominciato a mangiarsi la sua faccia. “Gli ho detto più volte di staccarsi”, ha spiegato l’ufficiale di polizia  intervenuto sulla scena del delitto dopo la telefonata al 911 da parte di un ciclista. L’agente ha dovuto poi sparare quattro colpi di pistola per riuscire a fermare lo zombie.

A quanto raccontano diversi siti, Eugene era drogato di bath salts, ossia “sali da bagno”, una nuova potentissima droga che si sta diffondendo rapidamente nelle zone più malfamate della metropoli statunitense.

Oltre alla notizia del tipo di droga, sono state pubblicate dal Gawker e dal sito Dimp-Zone le foto del volto di Poppo, per tre quarti “mangiato” dal cannibale. Blitz Quotidiano però, a causa della crudezza delle immagini ha deciso di pubblicare solo un’immagine offuscata del volto dell’homeless assalito dai morsi. Cliccando sui link però, è possibile vedere le foto originali che vengono vivamente sconsigliate ad un pubblico sensibile. 

San raffaele
To Top