Blitz quotidiano
powered by aruba

Brexit, da Le Pen a Salvini è effetto domino nel resto d’Europa

LONDRA – “Grazie Uk, ora tocca a noi”. Esulta il leader della Lega Nord Matteo Salvini apprendendo l’esito del referendum sulla Brexit. Ha vinto il partito del Leave, gli inglesi hanno deciso di lasciare l’Unione Europea e Salvini plaude al loro “coraggio”: “Evviva il coraggio dei liberi cittadini! Cuore, testa e orgoglio battono bugie, minacce e ricatti”. Ma non è il solo: il fronte euroscettico si leva a gran voce e in tutta Europa è effetto domino. In Francia, Italia e Olanda già chiedono un referendum per uscire dall’odiata Ue.

In Italia fa coro con Salvini anche il Movimento 5 stelle che proprio alla vigilia del voto aveva fatto marcia indietro: “L’Europa si cambia solo restando”, si leggeva sul blog di Beppe Grillo. Oggi però il deputato M5s Danilo Toninelli accoglie positivamente i risultati della Gran Bretagna: “Ha vinto la democrazia e perso l’Europa delle banche”. La lettura politica del voto è che “il vento di cambiamento è sempre più forte!”.

Dalla Francia, prende la parola la leader del Front National, Marine Le Pen: “Vittoria della libertà! Come chiedo da anni ora serve lo stesso referendum in Francia e nei Paesi dell’Ue” scrive su Twitter. Le fa eco la nipote, Marion Le Pen e nuova stella del partito: “Dalla Brexit alla Frexit: è ormai ora di importare la democrazia nel nostro paese. I francesi devono avere il diritto di scegliere!”

Stessa canzone dal leader degli euroscettici olandesi Geert Wilders: “Hurrah per i britannici. Ora è il nostro turno”. Anche nei Paesi Bassi si prefigura una Nexit dopo la Brexit. “Se diventerò primo ministro, ci sarà un referendum anche in Olanda per abbandonare l’Unione europea, lasciamo decidere il popolo olandese. Vogliamo essere responsabili per il nostro stesso paese, la nostra stessa moneta, le nostre stesse frontiere, e la nostra stessa politica migratoria”, ora “è tempo per un nuovo inizio facendo affidamento alla nostra stessa forza e sovranità, anche in Olanda”, per questo il Pvv “chiede un referendum sulla Nexit, un’uscita dell’Olanda dall’Ue”.