Politica Europa

Charlie Hebdo, copertina sulle elezioni in Gran Bretagna: Theresa May decapitata

PARIGI – La rivista satirica francese Charlie Hebdo entra nel vivo della campagna elettorale britannica a poche ore dalla chiusura del seggi con una copertina dissacrante, come nelle sue corde. Nella vignetta è infatti rappresentata la premier inglese Theresa May decapitata mentre dice “Quando è troppo è troppo”, la frase (invano) minacciosa pronunciata all’indomani dell’attentato del 10 maggio alla Arena di Manchester, durante il concerto della popstar Ariana Grande.

Ma non è questa l’unica immagine che il settimanale satirico dedica al voto britannico. In un’altra vignetta appare un tipico gentiluomo inglese, scioccato per l’attentato, che dice: “Eppure non abbiamo mai fatto una caricatura del Profeta”. Mentre la fuga della gente dopo l’attentato vicino al Big Beng viene illustrata con la didascalia: ”I consigli dimagranti del Daesh: correre veloci!”.

La redazione di Charlie Hebdo è stata presa di mira dai terroristi islamici che si rifanno al cosiddetto Isis. Il 7 gennaio del 2015 un commando di due uomini armati di kalashnikov fece irruzione nei locali della sede del giornale durante la riunione di redazione e fece fuoco sui presenti.

Furono uccise dodici persone, tra cui il direttore Stéphane Charbonnier detto Charb, diversi collaboratori storici del periodico (Cabu, Tignous, Georges Wolinski, Honoré) e due poliziotti. Altre quattro persone della redazione rimasero ferite.

Pochi istanti prima dell’attacco, il settimanale satirico aveva pubblicato sul proprio profilo Twitter una vignetta su Abu Bakr al-Baghdadi, leader dello Stato Islamico. Dopo l’attentato il commando fuggì, uccidendo per strada un altro poliziotto. I due terroristi terminarono la fuga barricandosi in una piccola azienda in periferia di Parigi e morirono durante lo scontro a fuoco con le forze dell’ordine il 9 gennaio.

To Top