Blitz quotidiano
powered by aruba

Merkel crolla nei sondaggi ma dona 2,3 mld € per crisi Siria

Merkel annuncia maxi donazione tedesca per la crisi siriana proprio mentre i sondaggi condannano la sua politica: in un mese persi 12 punti

ROMA – Merkel crolla nei sondaggi ma dona 2,3 mld € per crisi Siria. La Germania si è impegnata a donare 2,3 miliardi di euro per la crisi umanitaria in Siria entro la fine del 2018. L’annuncio è stato fatto dalla Cancelliera tedesca Angela Merkel alla quarta Conferenza dei donatori in corso a Londra.

Merkel crolla nei sondaggi: persi 12 punti in un mese. Secondo il “Deutschlandtrend”, il sondaggio della tv pubblica Ard realizzato dall’istituto Infratest dimap e riportato sul sito del tg di Ard, il consenso per la cancelliera è crollato in un mese di 12 punti, passando dal 58 al 46%, il punto più basso dal 2011.

La tendenza si riflette anche sulle intenzioni di voto. Rispetto a un mese fa l’Unione di Cdu e Csu perde 4 punti, scendendo al 35%, mentre il partito anti-immigrati Afd sale al 12%, diventando terza forza del Paese. Inoltre, sempre secondo il sondaggio della tv pubblica Ard, il 61% degli interpellati è poco o per nulla soddisfatto del lavoro della Grosse Koalition, un calo di 13 punti rispetto a un mese fa quando il grado di insoddisfazione era al 48%.

Profughi: per 8 tedeschi su 10 il governo non ha situazione in pugno. E con riferimento solo alla gestione della crisi dei profughi, l’81% ritiene che il governo non abbia la situazione in pugno. Per quanto riguarda i partiti, oltre al calo di Cdu e Csu e alla crescita di Afd, si registrano nell’ultimo mese movimenti di minore rilevanza: Spd stabile al 24%, Verdi in calo di 1 al 10%, Linke in crescita di 1 al 9% e liberali al 5%, un +1% che significherebbe il ritorno nel Bundestag.

Il politico più apprezzato resta il ministro degli Esteri Frank-Walter Steinmeier con il 70% dei consensi, seguito da Wolfgang Schaeuble con il 64%, che deve tuttavia registrare un calo di 8 punti rispetto a un mese fa. Terza e distanziata Angela Merkel, appunto con il 46%.