Politica Europa

Migranti, Consiglio rifugiati: “Boom arrivi dalla Libia”

Migranti, Consiglio rifugiati: "Boom arrivi dalla Libia"

Migranti, Consiglio rifugiati: “Boom arrivi dalla Libia”

ROMA – “L’Italia è di nuovo la meta principale degli sbarchi. Ecco l’effetto collaterale dell’accordo tra Europa e Turchia“. Lo dice Christopher Hein, consigliere strategico del Cir (Consiglio italiano rifugiati), intervistato da Repubblica: “La chiusura della rotta balcanica potrebbe far impennare gli arrivi dal Mediterraneo centrale. Un dramma per l’Italia”.

Commentando i dati del Viminale (da inizio anno al 7 aprile sono 19.673 i migranti sbarcati), Hein evidenzia che “il trend è in crescita. Siamo già al 53% di arrivi in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Le partenze sono soprattutto dalla Libia, ma crescono anche quelle dall’Egitto con molti minori imbarcati e grandi pericoli per la vita dei profughi”.

“Indubbiamente – aggiunge – dopo il 20 marzo, grazie all’intesa Ue-Turchia, gli sbarchi in Grecia sono crollati. Ed è quanto auspicato dalla Merkel, che punta non tanto su respingimenti di massa di rifugiati già arrivati in Europa, ma sull’effetto deterrente che l’accordo dovrebbe avere su chi è in procinto di partire dalla Turchia. Però sappiamo che chiusa una rotta, ce n’è subito un’altra che si apre”.

San raffaele

Si parla addirittura di 300mila possibili sbarchi in Italia nel 2016: “Invito alla cautela – replica Hein -: impossibile fare previsioni. Troppe sono infatti le variabili in gioco, a partire dall’evolversi dell’instabile situazione in Libia”.

To Top