Blitz quotidiano
powered by aruba

Russia, nasce “l’Esercito dei bambini” in stile pionieri sovietici

MOSCA – In Russia nasce “l’esercito dei bambini”. Si chiama “IunArmia” ed è una organizzazione militare-patriottica per bambini e adolescenti, una sorta di “esercito dei più piccoli” voluto dal ministro della Difesa Serghiei Shoigu e che ricorda in qualche modo i piccoli pionieri sovietici dell’Unione Sovietica, che avevano dai 9 ai 14 anni.

Il movimento è stato registrato il 29 luglio e oggi, 3 agosto, il ministro, presente alla cerimonia di presentazione, ha dichiarato che “ha già raggiunto dimensioni imponenti e ha sezioni in 76 regioni russe”.

“IunArmia” si aggiunge così a “Nashi”, un altro movimento giovanile fondato nel 2005 che si definisce democratico, anti-fascista e anti-oligarchi, che ricorda analoghi movimenti del periodo sovietico e di altre dittature, e che è sostenuto dal presidente Vladimir Putin. 

Lo stesso presidente nell’ottobre del 2015 ha firmato un decreto in cui ha disposto il lancio di un “Movimento russo degli allievi” che permetta di “sviluppare i caratteri sulla base del sistema di valori della società russa”. Un proposito che i media russi hanno immediatamente collegato al movimento dei piccoli pionieri fondato da Lenin nel 1922. La stragrande maggioranza dei bambini sovietici veniva inserita in questa organizzazione per poi confluire nel Komsomol, il movimento dei giovani comunisti.