Blitz quotidiano
powered by aruba

Sophie Marceau: no a Legion d’Onor: “L’hanno data a saudita”

PARIGI – Clamoroso gesto di protesta dell’attrice francese Sophie Marceau, che ha rifiutato la più alta onorificenza francese, che il presidente Hollande avrebbe dovuto consegnarle – la Légion d’Honneur – per protesta contro il conferimento dello stesso premio, pochi giorni fa, al principe ereditario saudita.

Su Twitter, la Marceau ha scritto “Legion d’Onore e decapitazioni”, chiaro riferimento all’attribuzione dell’onorificenza della Repubblica al principe ereditario e primo ministro dell’Arabia Saudita, Mohammed ben Nayef. “Ecco perché l’ho rifiutata” spiega su Twitter l’attrice, indimenticata protagonista de ‘Il tempo delle mele’ quando era giovanissima – che si è unita ad un’ondata di indignazione che ha visto in prima linea associazioni e intellettuali.

Sophie Marceau ha citato nel suo tweet l’articolo di Le Monde in cui l’Arabia Saudita viene descritta come uno degli stati con più esecuzioni capitali del pianeta. In tre mesi, da gennaio a marzo, il regime wahabita ha messo a morte 70 persone, di cui 37 in una sola giornata, il 2 gennaio. Nel 2015 le esecuzioni sono state 153, contro le 87 del 2014. In trent’anni (1985-2015) sono passati dalla forca 2208 persone.

Il quotidiano riferisce anche della discrezione con cui è stata consegnata l’onorificenza, discrezione che non è bastata a placare il malcontento per la discutibile scelta diplomatica. Le critiche al Governo Holande s’appuntano sul cinismo di favorire i rapporti commerciali a dispetto dell’incremento del numero di violazioni da parte dei sauditi riguardo ai diritti umani.