Blitz quotidiano
powered by aruba

Spagna, Congresso deputati nega fiducia a Mariano Rajoy

MADRID – Ancora un voto di sfiducia per Mariano Rajoy il 2 settembre da parte del Congresso dei deputati in Spagna. Per la seconda volta consecutiva la fiducia al premier uscente e incaricato Mariano Rajoy, stando al conteggio in diretta del voto nominale della tv pubblica Tve, è stata negata.

Il ‘no’ del Congresso chiude il tentativo di investitura del leader Pp, già sconfitto mercoledì con 170 voti a favore e 180 contrari. Il risultato del voto di questa sera, annunciato dalla presidente del Congresso Ana Pastor, è stato identico a quello di mercoledì: 170 a favore e 180 contrari.

Per Rajoy hanno di nuovo votato Pp, Ciudadanos e Cc, contro Psoe, Podemos e nazionalisti e indipendentisti baschi e catalani. Pastor comunicherà il risultato a re Felipe VI, che dovrà decidere se avviare nuove consultazioni con i leader politici o optare per un periodo di riflessione.

Dopo 8 mesi di paralisi istituzionale senza un nuovo governo, con un esecutivo incaricato solo degli  affari correnti, due elezioni politiche inconcludenti, la Spagna non riesce a uscire dalla crisi. Se non ci sarà un nuovo premier il 31 ottobre si tornerà a votare la domenica 25 dicembre, giorno di Natale. I quattro grandi partiti, consapevoli della crescente esasperazione del Paese verso la loro incapacità a uscire dalla crisi si sono detti però pronti a una riforma della legge elettorale per anticipare il voto al 18 dicembre.