Blitz quotidiano
powered by aruba

Terrorismo, Putin istituisce nuova Guardia Nazionale

MOSCA – Contro il terrorismo la Russia schiera la nuova Guardia Nazionale. Si tratta di un nuovo organo di potere esecutivo istituito dal presidente Vladimir Putin con il compito di incorporare le truppe interne del ministero degli Interni e operare in stretto contatto con il ministero stesso nella lotta al terrorismo e al organizzato. La nuova Guardia Nazionale continuerà a svolgere le operazioni finora portate avanti dall’OMON (le unità speciali della polizia) e dal SOBR (le unità di intervento rapido).

Il presidente russo ha annunciato la creazione del nuovo organismo di sicurezza durante un incontro con il ministro dell’Interno Vladimir Kolokoltsev, il capo del servizio federale anti-droga Viktor Ivanov e il comandante delle truppe interne del ministero degli Interni Viktor Zolotov (ex capo del servizio di sicurezza del presidente).

Putin ha anche annunciato che d’ora in poi il servizio federale d’immigrazione tornerà in capo al ministero dell’Interno così come il servizio federale anti-droga.

La neo-istituita Guardia Nazionale farà direttamente capo al presidente Vladimir Putin, ha spiegato il vice-capo commissione della Duma per la sicurezza e l’anticorruzione Andrei Lugovoi. “Mi sembra che l’essenziale sia che ora la Guardia Nazionale sarà una struttura di forza autonoma, subordinata direttamente al presidente, mentre le truppe interne, per gerarchia, facevano capo al ministro dell’Interno”, ha sottolineato Lugovoi.

Putin ha nominato comandante della Guardia Nazionale Viktor Zolotov, già comandante delle truppe del ministero dell’Interno ed ex capo del servizio di sicurezza del presidente. Zolotov è inoltre stato nominato da Putin membro permanente del Consiglio di sicurezza russo.


PER SAPERNE DI PIU'