Politica Italia

“Alessia Morani faceva la escort”. Il meme by Antonio Donnarumma, attivista M5s

"Alessia Morani faceva la escort". Il meme by Antonio Donnarumma, attivista M5s

ROMA – “Morani prima di entrare in Parlamento faceva l’escort. Adesso divulga bugie e fango sul Movimento 5 Stelle“. Un meme è diventato virale su Facebook e la deputata del Pd messa sotto accusa fa nome e cognome del presunto colpevole: Antonio Donnarumma, attivista M5s. “Antonio Donnarumma militante grillino. Lascio a voi i commenti”, è il tweet che la Alessia Morani ha pubblicato postando l’immagine di un profilo privato, con il logo del M5S, una foto in primo piano della parlamentare Dem e la scritta suddetta. Nel mirino la Morani perché aveva attaccato Grillo e Di Maio dopo il caso delle chat tra Di Maio e Virginia Raggi pubblicate sui giornali.

Pronta arriva la solidarietà dei colleghi. “Solidarietà ad Alessia Morani. Vergogna a 5 stelle. Se questo è un movimento politico… Le colleghe a 5 stelle non hanno nulla da dire?”, scrive Titti Di Salvo. “Uno così o lo picchi e non si può perché siamo gente seria, oppure lo quereli e gli fai pure la causa civile. #ominicchio”, scrive il senatore Stefano Esposito.

“La toppa goffamente messa da Grillo sulle bugie di Di Maio è peggio del buco”, aveva detto la Morani. “Quella fornita dal blog è il tipo di smentita che non smentisce nulla. Il blog ha anzi, di fatto, confermato le indiscrezioni pubblicate dai giornali. Ha solo aggiunto dei trascurabili dettagli nella speranza che essi potessero ribaltare la sostanza. Ma la sostanza, che sta nei fatti, non cambia. E’ un fatto che Di Maio si occupasse delle vicende della giunta Raggi. E’ un fatto che lo stesso Marra, poi arrestato per corruzione, venga poi promosso nella delicatissima posizione di capo del personale. L’incarico attraverso il quale poi, lo stesso Marra, potrà promuovere il fratello, finendo per questo indagato anche per abuso d’ufficio con la sindaca”.

“Se Di Maio aveva tutti questi dubbi su Marra, perché non ha impedito che occupasse un ruolo così delicato? E perché Grillo, invece di minacciare i giornalisti per uscire dall’angolo in cui l’ha cacciato Di Maio con le sue bugie, non ci spiega perché non è intervenuto nemmeno lui?”.

To Top