Politica Italia

Amministrative a Genova, Cassimatis candidata M5s. Ma i sondaggi dicono…

Amministrative a Genova, Cassimatis candidata M5s. Ma i sondaggi dicono...

Amministrative a Genova, Cassimatis candidata M5s. Ma i sondaggi dicono…

GENOVA – Elezioni amministrative a Genova, i sondaggi danno al centrosinistra il 32 per cento, al centrodestra il 30 per cento e al Movimento 5 stelle il 27 per cento. Sono rilevamenti del Pd, fatti prima che la docente Marika Cassimatis venisse scelta come candidata sindaco del M5s a Genova dalla votazione online dei 700 iscritti certificati al Movimento.

Cassimatis ha ricevuto 362 voti, mentre il suo antagonista Luca Pirondini, ne ha incassati 338. I due candidati sono arrivati al ballottaggio per votazione online dopo avere ottenuto 27 o più preferenze da parte dei candidati consiglieri comunali e candidati presidente di Municipio, secondo quanto stabilito dal Metodo Genova.

Stando, però, al sondaggio succitato, il Movimento 5 Stelle difficilmente arriverà al ballottaggio. E mentre i pentastellati hanno sciolto il nodo del candidato sindaco, la questione pare ancora ben lungi dall’essere risolta nel centrodestra e nel centrosinistra.

Per quanto riguarda il secondo schieramento, anche da Roma arrivano sollecitazioni a far presto. I dati del sondaggio sono nelle mani del vice segretario del Pd, Lorenzo Guerini, e del responsabile degli enti locali Matteo Ricci, sindaco di Pesaro. Ma quei numeri, ha ribadito lo stesso Ricci, si raggiungerebbero solo se il centrosinistra saprà presentarsi unito alla meta.

Anche il centrodestra è spaccato. Silvio Berlusconi preme per la candidatura di Giancarlo Vinacci, il manager sponsorizzato soprattutto dal medico personale dell’ex premier, Alberto Zangrillo. Ma, sottolinea il Secolo XIX, tra Berlusconi che vuole Vinacci e Matteo Salvini che punta su Marco Bucci, la mediazione è Ilaria Cavo.

E se questa è la situazione all’interno dei partiti, va ribadito (referendum Brexit docet) che i sondaggi sono vanno presi per quello che sono.

Il sondaggio del Pd con il 27% esclude il M5S dal ballottaggio, ma va detto che in queste settimane i 5 Stelle hanno perso pezzi importanti a Genova, a cominciare da Paolo Putti e dagli altri consiglieri comunali che hanno costituito “Effetto Genova” e ora dialogano con Rete a Sinistra e Possibile per una lista civica. La consigliera regionale Alice Salvatore è scesa in campo direttamente per cercare di mettere riparo alla fronda e per rilanciare il movimento.

To Top