Blitz quotidiano
powered by aruba

Bando Ministero per accoglienza migranti. Finocchiaro perplessa: troppo “lampo”

ROMA –  Anna Finocchiaro su bando lampo hub migranti Roma: “Ho ricevuto dal senatore Stefano Esposito una segnalazione riguardante la pubblicazione da parte del ministero dell’Interno di un bando per l’assegnazione, nella provincia di Roma, di una struttura di prima accoglienza per i cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale e la gestione dei servizi annessi. La tempistica di questo bando, 10 giorni, vista anche la ‘storia’ della gestione dei migranti su questo territorio, desta qualche perplessità.  In sede di indagine conoscitiva sul fenomeno dell’immigrazione, informerò immediatamente la I commissione del Senato della questione e fisseremo una seduta al fine di acquisire dai soggetti istituzionali interessati ogni elemento utile per ogni chiarimento di merito”.

Così la senatrice democratica Anna Finocchiaro, presidente della commissione Affari costituzionali del Senato, commenta e risponde alle sollecitazioni ricevute dal senatrore Stefano Esposito.

La questione. Un bando per individuare, nella Provincia di Roma, una struttura con funzione di hub ‘per assicurare la primissima accoglienza ai cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale e la gestione dei servizi connessi nell’attesa del successivo trasferimento degli stessi nelle strutture in fase di individuazione. Il bando, pubblicato il 1 giugno, fa discutere il Pd per i termini troppo brevi. Ma dalla Prefettura la risposta è chiara: le criticità sul fronte dei migranti impongono celerità nell’agire.

In primis è il senatore Pd Stefano Esposito che esprime le proprie perplessità: “Sul merito del bando nulla da eccepire, è la tempistica che lascia perplessi, visto che la scadenza dei termini per presentare la domanda di partecipazione alla gara di affidamento è fissata al 10 giugno 2016: solo 9 giorni dopo la pubblicazione dell’avviso. Viste le vicende e i precedenti ben noti su Roma, in particolare proprio sulla gestione dei migranti, era auspicabile maggiore trasparenza. Per questo ritengo opportuno segnalare la cosa e mi rivolgerò alla presidenza della Commissione Affari Costituzionali del Senato affinché si attivi per avere chiarimenti in merito”.    Sulla stessa linea la presidente della commissione Affari Costituzionali del Senato Finocchiaro (Pd) che assicura presto “chiarimenti in merito”: “La tempistica del bando, 10 giorni, vista anche la ‘storia’ della gestione dei migranti su questo territorio, desta qualche perplessità”.

Dalla Prefettura di Roma fanno sapere che i tempi stretti (pubblicazione l’1 giugno, scadenza il 10 giugno) “sono imposti dalle molteplici situazioni di criticità sul fronte migranti. In questo, come in occasione di ogni altro bando, l’attenzione su trasparenza e legalità é massima. Il bando é visibile sul sito internet della prefettura di Roma”.