Blitz quotidiano
powered by aruba

Beppe Grillo e M5S in guai economici? Espulsi chiedono risarcimenti…

ROMA – Guai economici in vista per il Movimento 5 Stelle e per Beppe Grillo? Le sentenze dei giudici che hanno reintegrato alcuni espulsi dal Movimento rischiano infatti di aprire una serie di richieste di risarcimento danni che non ha precedenti nella storia della politica italiana. Come scrive il quotidiano “Il Tempo”, il capofila dei richiedenti risarcimento potrebbe essere Mario Canino, espulso dall’M5S ed estromesso dalle liste dei 5 Stelle nella Capitale.

La richiesta di risarcimento per lui ammonta a 150mila euro: “Considerando che quelli che lo precedevano nella lista sono stati tutti eletti, il danno subito dal mio assistito appare più che evidente” dice il suo avvocato.

Altri potrebbero seguire Canino, con richieste economiche magari non così cospicuo ma comunque dell’ordine dei 15-20mila euro a richiesta. A rischiare, oltre al Movimento, potrebbe essere lo stesso Grillo in persona, soprattutto per le frasi pronunciate contro i suoi ex colleghi definendo tre ricorrenti a Roma, tutti riammessi nel Movimento dal tribunale “sporchi dentro” e scagliandosi in modo particolare contro il docente universitario Antonio Caracciolo. Il suo avvocato annuncia una richiesta di danni ben superiore ai 150mila euro chiesti da Canino. Altro capitolo, quello delle spese locali sostenute, che si aggirano da un minimo di 3-4.000 euro a un massimo tra i 15 e i 20mila.