Politica Italia

Berdini, l’intervista “rubata”: “Raggi e Romeo amanti”

Berdini, l'intervista "rubata": "Raggi e Romeo amanti"

ROMA – Mercoledì 8 febbraio, mattina. Su La Stampa appare una intervista all’assessore all’Urbanistica di Roma Paolo Berdini. Lui smentisce ma soprattutto dice come sarebbero andate le cose. Dice “stavo parlando con amici e il giornalista, questo piccolo mascalzone, ha carpito alcune frasi”. La Stampa risponde: “Se umanamente si può comprendere l’imbarazzo dell’assessore questo non giustifica, semmai conferma”.

Ma a questo punto è lecito chiedersi: cosa c’è nell’intervista? Berdini parla di una Raggi “impreparata, che ha una banda attorno”. Ma c’è poi una frase “questi secondo me erano amanti, l’ho sospettato fin dai primi giorni”. Si riferisce ovviamente a Virginia Raggi e Salvatore Romeo. Riesce difficile credere che Berdini abbia detto proprio così, sia pure credendo di parlare in privato. Resta il fatto che una spiegazione credibile del perchè un capo della segreteria politica intesti polizze alla sua sindaca (e all’insaputa della sindaca stessa) ancora non c’è.

Nella sua intervista “rubata” Berdini parlando di Virginia Raggi avrebbe anche detto: “Su certe scelte sembra inadeguata al ruolo che ricopre. I grand commis dello Stato, che devo frequentare per dovere, lo vedono che è impreparata. Ma impreparata strutturalmente, non per gli anni”. “Se lei si fidasse delle persone giuste… – si sfoga Berdini – Ma lei si è messa in mezzo a una corte dei miracoli. Anche in quel caso, io glie l’ho detto: ‘Sei sindaco, quindi mettiti intorno il meglio del meglio di Roma’. E invece s’è messa vicino una banda”. “Sono proprio sprovveduti – dice quindi Berdini su Raggi e Salvatore Romeo, il funzionario del Comune che le ha intestato una polizza assicurativa – Questi secondo me erano amanti. L’ho sospettato fin dai primi giorni, ma mi chiedevo, com’è che c’è questo rapporto?”.

“Io sono amico della magistratura – dice anhce Berdini – Paolo Ielo lo conosco benissimo, è un amico, ma lei è stata interrogata otto ore. Anche lì c’è qualcosa che non mi torna”.

To Top