Blitz quotidiano
powered by aruba

Berlusconi e il tweet: “Marchini? Voti buttati” FOTO

ROMA – “Per gli elettori di centrodestra votare Alfio Marchini vuol dire sprecare il voto e favorire la sinistra”. Così cinguettava sull’account Twitter di Forza Italia Silvio Berlusconi. Tweet che ha una data precisa: 10 marzo 2016, poco più di un mese fa. Alle ore 12:45.

Il tweet, una dichiarazione politica come tante, di quelle destinate a essere sostanzialmente ignorate dal circuito dei media, è ovviamente tornato “visibile” nel primo pomeriggio di oggi 28 aprile ovvero nel giorno in cui Silvio Berlusconi ha scaricato Guido Bertolaso annunciando di sostenere come candidato sindaco di Roma proprio Alfio Marchini.

La scelta di Berlusconi ha diviso un centrodestra già profondamente diviso. Nella mattinata, infatti, erano circolate voci dell’addio a Bertolaso seguito però da una convergenza sul nome di Gi Meloni. Una scelta che avrebbe spostato più a destra l’asse del centrodestra ma che avrebbe rinforzato l’alleanza di Berlusconi con Salvini. L’ex premier ha invece scelto la rottura totale: Meloni, infatti, è da subito stata la candidata per Roma di Salvini (il leader leghista, subito sconcertato dal nome di Bertolaso, aveva organizzato una consultazione via gazebo e quindi annunciato il sostegno alla esponente di Fratelli d’Italia).

Berlusconi, invece, ha puntato sul centro. Su un candidato moderato, percepito come non organico ai partiti. L’obiettivo è arrivare al ballottaggio e puntare su tutti quei romani che sono scettici o impauriti di fronte alla prospettiva della Capitale in mano ai Cinque Stelle. Il rischio, però, è alto: il centrodestra già non è esattamente al massimo storico del suo successo, il Movimento Cinque Stelle erode consensi, presentare due candidati forti potrebbe favorire proprio Roberto Giachetti e il partito Democratico. Così quel Berlusconi che invitava su twitter a non buttare voti potrebbe aver di fatto preso una decisione che potrebbe far finire tutti i voti degli elettori di centro destra dritti nel cestino.