Politica Italia

Berlusconi: “Pensioni minime a 1000 euro, anche per le mamme”

berlusconi-pensioni

Berlusconi: “Pensioni minime a 1000 euro, anche per le mamme”

ISCHIA – Pensioni minime a mille euro, anche per le mamme. Silvio Berlusconi, in apertura della campagna elettorale per Forza Italia, presenta ad Ischia l’Albero delle Libertà e individua i punti fondanti del suo programma: dai diritti degli animali alla pensione minima di mille euro al mese per 13 mensilità. E poi, attenzione anche alle mamme

“che hanno lavorato anche la sera, di notte, sabato, domenica, avranno una pensione perché hanno diritto ad avere una vecchiaia serena e dignitosa”. Ci sono, poi i poveri, “sono saliti in maniera terrificante più di 15 milioni di poveri, un italiano su quattro, 4 milioni e 750mila sono quelli che Istat considera in povertà assoluta. A loro daremo integrazione al reddito”.

Il leader di Forza Italia punta sull’abbassare le tasse: via Irap, bollo auto, via imposte su prima casa, donazioni, successione. Berlusconi continua, ad Ischia, ad elencare i punti del suo programma dove c’è la riforma fiscale ma anche quella monetaria:

“Meno tasse, lo sapete, è la mia religione laica dal 1994 ma come si fa? Abbiamo un debito di 850 miliardi. Lo Stato deve pretendere 850 miliardi ma non dalle tasse, piuttosto con l’equazione del benessere. Meno tasse su imprese, famiglie e lavoro”.

Chiama in causa la flat tax, “una tassa unica che penso debba aggirarsi tra il 23 e i 25% con dentro criteri di progressività”.

Ad Ischia, poi, Berlusconi richiama anche la necessità di una

“seconda moneta nazionale aggiuntiva, io sono figlio della guerra e ricordo le Am-lire. Per uscire dalle crisi si stampa moneta, da imprenditore dico che è lievito per economia, dobbiamo stampare una moneta nostra. Diranno che è una idea folle. Ho già in mente il nome della moneta. Qualcuno ha detto la chiameremo Silvia, invece la chiameremo Lira”.

L’ex premier vuole porsi come combattente dei populismi:

“Ci sono in campo partiti estremisti, pauperisti e irresponsabili, per questo io sono ancora qui contro l’opinione dei miei figli, dei miei manager e dei miei soci a far sì che in Italia non possano avere il sopravvento queste forze che sono pericolose per tutti gli italiani”.

To Top