Blitz quotidiano
powered by aruba

Berlusconi sarà operato al cuore martedì. Zangrillo:”E’ molto provato”

MILANO – “È tranquillo e sereno” Silvio Berlusconi, ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano da martedì. Ma è anche “molto provato”. Lo ha detto il medico personale dell’ex premier Alberto Zangrillo, fermato dai giornalisti nell’ospedale mentre, come ha confermato lo stesso primario, si stava recando a visitare l’ex premier.

L’operazione cardiochirurgica, ha inoltre confermato, sarà “verosimilmente martedì”, 14. Zangrillo ha aggiunto che Berlusconi all’ospedale “si trova bene” e che “mangia i pasti dell’ospedale”, come gli altri pazienti.

Zangrillo ha detto che i controlli medici termineranno lunedì e che il recupero dopo l’operazione durerà “almeno un mese”. Sul luogo dove l’ex premier trascorrerà la riabilitazione, il medico ha risposto che “le opzioni sono tante” e “l’ospedale è comodo, con una sede di riabilitazione a cento metri da qui”.

La sintomatologia è coerente con la patologia e ci impone di rispettare i tempi che ci siamo dati”, ha aggiunto poi Zangrillo.  “E’ determinato, consapevole, e attende con assoluta fiducia l’intervento programmato per martedì mattina – ha aggiunto – si sente bene fisicamente ma è provato, e quindi è sicuramente affaticato”

Alla domanda se ci sia il pericolo di un aggravamento delle condizioni dell’ex premier fino a martedì Zangrillo ha risposto negativamente. “E’ monitorato con rischio controllato”, ha detto il primario spiegando che l’ex premier si sta preparando all’intervento “seguendo le indicazioni dei medici, rimanendo tranquillo”. Il primario ha aggiunto che Berlusconi “sta facendo una vita normale senza particolari restrizioni, sotto monitoraggio clinico e cardiologico”.  “Tutto quello che dovevamo fare dal punto di vista diagnostico è stato fatto, quindi siamo tranquilli anche noi”, ha concluso il primario.

Il fratello Paolo Berlusconi è andato a trovarlo in ospedale e ai giornalisti dice: “E’ sereno, lui è un uomo forte, giusto e buono”. Anche Ottavio Alfieri, primario di chirurgia del San Raffaele, ha ribadito che Berlusconi è sereno in attesa dell’operazione e che condivide la frase: “Mi affido a Dio e ai medici“.

Il Secolo XIX scrive che intercettato all’uscita dall’ospedale San Raffaele di Milano, dove il fratello è ricoverato, Paolo Berlusconi ha detto ai giornalisti:

“L’ho visto ieri, l’altroieri. E’ sereno e poi è un uomo forte, giusto e buono. Quindi, il Signore gli darà una mano. Com’è l’umore? Stava riposando ieri quando sono venuto. Quando sarà operato? A metà della prossima settimana”.