Blitz quotidiano
powered by aruba

Berlusconi si deve operare al cuore? Problemi a una valvola

MILANO – Berlusconi: si deve operare al cuore? Problemi a una valvola. “Sta benissimo”, ha riferito il fido avvocato Ghedini, “sta meglio”, assicura la fidanzata Pascale, “è fuori pericolo”, ha confermato Renzi che ha sentito Confalonieri. Tuttavia sulle condizioni di Berlusconi manca la parola definitiva che smentisca le voci e le indiscrezioni (Corriere della Sera): si sussurra di un problema a una valvola cardiaca.

L’ex presidente del Consiglio deve essere sottoposto a intervento operatorio? Il medico di fiducia, il professor Zangrillo (è anche direttore dell’Anestesia e Rianimazione del San Raffaele) su questo non conferma né smentisce, attenendosi all’asettico bollettino diramato. Il tagliando alla valvola cardiaca è un’operazione di una certa importanza, specie su un uomo di 80 anni. Solo, e questo è il punto, le sue condizioni devono essere stabilizzate per procedere all’intervento.

Ma allora quale sarebbe il vero stato di salute di Berlusconi? Secondo indiscrezioni raccolte dal Secolo XIX, l’ex premier avrebbe bisogno di un intervento al cuore di una certa importanza, ma perché l’operazione sia possibile le sue condizioni devono essere stabilizzate. E qui sta la preoccupazione dei medici che lo assistono perché attendere complicherebbe l’intervento, mentre intervenire subito lo renderebbe più rischioso. (Il Secolo XIX)