Politica Italia

Bologna, alla festa dell’Unità il questionario Pd: “Con chi ci dobbiamo alleare: destra, sinistra, M5S…?”

Bologna, alla festa dell'Unità il questionario Pd: "Con chi ci dobbiamo alleare: destra, sinistra, M5S...?"

Bologna, alla festa dell’Unità il questionario Pd: “Con chi ci dobbiamo alleare: destra, sinistra, M5S…?”

ROMA – Bologna, alla festa dell’Unità il questionario Pd: “Con chi ci dobbiamo alleare: destra, sinistra, M5S…?”. Potrebbero cavarsela con la frase di rito in questi casi e cioè che un partito come quello democratico ha l’obbligo di ascoltare la sua base. Però, i dirigenti di vertice del Pd sanno fin troppo bene, socraticamente, di non sapere: in questo caso con chi allearsi alle prossime elezioni politiche. Tanto è vero che nel questionario proposto ai militanti alla festa dell’Unità di Bologna, tra i temi suggeriti – i soliti, immigrazione, economia, scuola ecc… –  c’è anche quello spinoso di scegliere con chi accompagnarsi per governare il paese.

Al punto nove infatti compare la domanda “Cosa dovrebbe fare il Pd in termini di alleanze?”: di seguito le opzioni sul campo, sinistra, destra, 5 Stelle. Sembra di capire che i dirigenti nazionali del Pd navighino a vista, in attesa di una sintesi che non arriva. Intanto cercano l’aiutino da casa del popolo Pd, mentre tra Roma e Milano si litiga su Alfano, ci si accapiglia su Berlusconi, si studia e si fanno gli scongiuri sul caso siciliano, dove la destra è alle prese con un difficile accordo che promette di sbaragliare la concorrenza senza che il popolo di riferimento ne sappia nulla o ci metta bocca.

Facciamo che la domanda numero 9 vale come sondaggio, come test per verificare il grado di insofferenza di una piazza tradizionalmente rossa a una dirigenza Renzi che in molti, nonostante il plebiscito delle primarie, giudicano usurpatrice, una mezza destra mascherata. Irresistibile, per molti, la nostalgia di un comitato centrale.

To Top