Blitz quotidiano
powered by aruba

Carlo Pedergnana perde lavoro per un saluto fascista

TRENTO – Una foto che lo ritrae mentre fa il saluto fascista è costato il posto di lavoro a Carlo Pedergnana, un politico del Trentino che ha dovuto lasciare la presidenza del Partito Autonomista trentino-tirolese. Perdergnana ha detto di non aver mai nascosto il suo passato in Alleanza Nazionale, ma dopo 4 giorni di polemiche ha deciso di fare un passo indietro e dato le dimissioni.

Ivan Francese su Il Giornale scrive che il politico trentino ha scatenato le polemiche dopo aver posato con il saluto fascista. La foto è inequivocabile: Pedergnana ha il braccio teso nel tipico saluto romano e manda un bacio al ritratto del Duce. A quattro giorni dalla sua nomina la foto è stata pubblicata dal quotidiano l’Adige scatenando polemiche e Pedergnana si è dimesso:

“Dopo quattro giorni di polemiche furibonde è arrivato il passo indietro, a malincuore ma senza possibilità di ripensamenti: le dimissioni sono irrevocabili. “È stata una goliardata del passato – spiega – Non è un mistero la mia alleanza in Alleanza Nazionale dal 1994 al 2000. Ho la fedina penale pulita, sono onesto e trasparente.”

Tuttavia la sua scelta di dimettersi è stata accolta con favore dal governatore del Trentino,Ugo Rossi. “Errore il fascismo – ha twittato Rossi – Le dimissioni di Pedergnana dimostrano la sua serietà.” “Sono solidale con lui – ha aggiunto poi – contro la politica del fango.”

Carlo Pedergnana perde lavoro per un saluto fascista


PER SAPERNE DI PIU'