Blitz quotidiano
powered by aruba

Concia: “Democristiano e fascista”. Storace: “Non insultare”

ROMA – Paola Concia e Francesco Storace, scontro in diretta a L’Aria che Tira su La7. “Sei un fascista e un vecchio democristiano” dice l’esponente del Pd. L’ex presidente della Regione Lazio candidato (forse ancora per poco) a sindaco a Roma con La Destra replica subito alle offese: “Io non mi faccio insultare. Io l’ho combattuta la Democrazia Cristiana”.

Il titolo in sovrimpressione recita “in Italia precari anche a 60 anni”. Il tema del dibattito però, nel momento in cui scoppia la discussione (la puntata è di lunedì 2 maggio n.d.r) è sulle elezioni a Roma del prossimo 5 e 6 giugno.

Storace sta pensando al suo ritiro dopo quello di Bertolaso. Anche il leader de La Destra sembra infatti  pronto a convergere su Alfio Marchini. A L’Aria che L’aria che Tira ha spiegato: “Ieri sera ho incontrato i candidati della mia lista, è la soluzione più ragionevole se si trova un accordo sul programma”.

Anche Marchini ha parlato bene di Storace. Ad Omnibus, altra trasmissione de La7, l’imprenditore ha dichiarato: “A giugno scorso ho chiamato Storace che è un fascista autentico, vero, de core, perché mi spiegasse qual è la differenza tra me e lui e in cosa ci differenziamo”. Marchini ha aggiunto di voler “disarticolare questo fantoccio politico nel quale dietro una finta ideologia non c’è nulla” e per questo, a condizione che il suo programma venga condiviso, è pronto a far convergere intorno al suo nome anche candidati di destra.

(Video Corriere Tv)