Politica Italia

Claudia Ceroni deve allattare: risatine e battutine in consiglio comunale a Dozza

Claudia Ceroni deve allattare: risatine e battutine in consiglio comunale a Dozza

Claudia Ceroni deve allattare: risatine e battutine in consiglio comunale a Dozza

BOLOGNA – Si è affrettata a concludere il suo intervento in aula per poter correre a casa ad allattare la figlioletta di pochi mesi. Ma per tutta risposta, Claudia Ceroni, consigliera comunale di Dozza, in Emilia Romagna, ha dovuto subire sorrisini e battutine dai colleghi. A denunciare l’episodio è stata la Cgil che parla di “inqualificabile atteggiamento denigratorio”.

E’ accaduto la sera del 30 marzo: durante l’ultima seduta si discuteva della conversione di una struttura residenziale per anziani in una comunità alloggio per pazienti con disturbi cognitivi. La Cgil spiega che dopo le parole dei “tecnici” quando è stata data la parola ai consiglieri comunali “una collega ha dato la precedenza ad una consigliera per permetterle di assentarsi per andare ad allattare”. Non solo sarebbero partiti “sorrisini che hanno disgustato il pubblico presente” ma una consigliera, invece di mostrarsi solidale con la collega mamma, avrebbe esordito affermando che “le donne usano il tiralatte e il biberon e continuano perciò ad andare a lavorare” evidenziando, secondo la Cgil che “era inopportuno assentarsi per andare ad allattare”.

Un atteggiamento giudicato dal sindacato “inaccettabile ed inqualificabile nei confronti di una donna che si trova in un momento particolare e prezioso della propria vita familiare”. Oltretutto nei confronti di una campionessa di presenze. Claudia Ceroni, ex assessora e candidata sindaco alle scorse elezioni, non è mai mancata in aula, salvo a novembre scorso, quando si è assentata per partorire.

L’intero consiglio comunale, denuncia la Cgil, è rimasto “impassibile e indifferente, sindaco compreso”.

To Top