Blitz quotidiano
powered by aruba

Elezioni Bolzano, ballottaggio Pd-Centrodestra, Svp fuori

BOLZANO – A Bolzano, il 22 maggio, ci sarà il ballottaggio tra il candidato sindaco del Pd Renzo Caramaschi e Mario Tagnin del centrodrestra. Al termine dello scrutinio (80 sezioni su 80) Caramaschi ha il 22,32% e Tagnin il 18,39% dei voti.

Ecco i risultati degli altri candidati sindaco: Christoph Baur (Svp) 15,95%, Caterina Pifano (M5s) 11,55%, Norbert Lantschner (Prc, Sinistra europea e Verdi) 8,02%, Maurizio Puglisi Ghizzi 6,21%, Giorgio Holzmann 4,83%, Angelo Gennaccaro 4,28%, Anna Pittarelli 2,29%, Elena Artioli 1,88%, Cristian Kollmann 1,53%, Vanja Zappetti 1,61% e Franco Murano 1,13%.

La delusione di Michaela Biancofiore. “L’unico commento che mi sento di fare è che provo un’enorme tristezza perché oggi, esattamente come dieci anni fa, l’8 maggio del 2005, Bolzano poteva festeggiare”, afferma la deputata bolzanina Michaela Biancofiore, che nelle scorse settimane aveva contestato la candidatura di Mario Tagnin. “La lista unica ‘Uniti per Bolzano’, con la quale – con mia assoluta contrarietà – si è cancellato il simbolo di Forza Italia, arriva al 7,6%. La somma dei tre partiti che lo compongono alle ultime elezioni amministrative era il 12,2% e i consiglieri eletti erano 6, scesi oggi a 4. Di questi 4 nessuno è espressione di Forza Italia che sparisce dal consiglio comunale del capoluogo altoatesino”, prosegue Biancofiore. “Gli autori ed ideatori di Uniti e il commissario regionale leghista – aggiunge – sono riusciti nell’arduo obiettivo di far flettere anche la Lega che passa dall’11,3% al 9,6 % nonostante il tour di due giorni di Salvini”.