Politica Italia

Giorgio Napolitano, vacanze extra lusso sulle Dolomiti con volo di Stato e scorta rinforzata

Giorgio Napolitano, vacanze extra lusso sulle Dolomiti con volo di Stato e scorta rinforzata

Giorgio Napolitano, vacanze extra lusso sulle Dolomiti con volo di Stato e scorta rinforzata

ROMA – Vacanze extra lusso per Giorgio Napolitano con tanto di aereo di Stato e scorta rinforzata? A fargli i conti in tasca è il quotidiano Il Tempo. Anche quest’anno, come da tradizione ormai, il Presidente emerito della Repubblica è tornato in Alto Adige, per trascorrere due settimane di villeggiatura in Val Pusteria, insieme con la inseparabile moglie Clio.

La sua scorta, scrive il Tempo, è giunta in treno a Bolzano con un Freccia Argento partito da Roma Termini alle 9.45. I coniugi Napolitano sono invece volati in Trentino a bordo del trireattore “Falcon 900” del trentunesimo stormo dell’ Aeronautica Militare, partito alle 9,30 da Ciampino. Altri cinque uomini della scorta li hanno accompagnati a bordo. Per l’occasione, durante il soggiorno, la Questura di Bolzano gli ha messo a disposizione altri agenti.

Alloggerà – come ormai da qualche anno – in un resort 4 stelle a Sesto Pusteria, ai piedi delle Dolomii. Davanti all’albergo, all’imbocco della Val Fiscalina ad oltre 1.300 metri di altitudine, ad attendere Giorgio e Clio Napolitano c’era l’ex senatore e amico Emanuele Macaluso.

Per lui è stata riservata la top suite Gallo Cedrone da 500 euro a notte dell’hotel Bad Moos,  incluso tra le 100 migliori Spa d’Italia: 52 metri quadrati con stufa rustica, zona giorno e notte separate, insomma un vero e proprio appartamento.

Ma cotanto sfarzo non sarà certo a spese dei contribuenti, precisa il suo portavoce. In una nota diffusa a seguito delle violente reazioni esplose sul web e tra i grillini, si precisa:

“In relazione a recenti polemiche di stampa e all’odierno post di Beppe Grillo “Per Napolitano vacanze dorate pagate da italiani”, devo precisare che il Presidente Emerito Giorgio Napolitano ha sempre pagato di persona, anche negli anni dei suoi mandati presidenziali, le spese delle vacanze trascorse da lui e dai suoi famigliari in alberghi privati, e che egli si riserva di valutare il ricorso alle vie legali contro chi non tenesse conto di questo chiarimento e dei fatti reali”.

To Top