Politica Italia

Giovanni Pieraccini è morto a 99 anni. Fu ministro socialista nel primo governo Moro

Giovanni Pieraccini è morto a 99 anni. Fu ministro socialista nel primo governo Moro

Giovanni Pieraccini è morto a 99 anni. Fu ministro socialista nel primo governo Moro

ROMA – Giovanni Pieraccini è morto a 99 anni. Fu ministro socialista nel primo governo Moro. E’ scomparso all’età di 99 anni stamani nella sua abitazione a Viareggio, l’ex senatore Giovanni Pieraccini, che fu per il Psi ministro dei Lavori pubblici nel primo governo Moro. Era nato a Viareggio il 25 novembre 1918. Ha ricoperto anche l’incarico di ministro della Marina e ministro della Ricerca scientifica. Nel 1974 è uscito dalla politica, ma nonostante l’età avanzata è stato fino all’ultimo attento alle questioni legate alla città di Viareggio alla quale era molto legato.

Una carriera spesa tra politica e cultura: approfittando di Wikipedia ci piace ricordarne il contributo alla vita culturale e artistica del paese sotto il segno dell’eccellenza e della curiosità per il contemporaneo.

Pieraccini è stato presidente dell’INA Assitalia per circa dieci anni e presidente del Cantiere Navale SEC di Viareggio, che costruiva navi per il mercato internazionale. Nel 1986 fondò con Jean-Marie Drot, direttore dell’Accademia di Francia a Roma, RomaEuropa che diede vita al Romaeuropa Festival, ancora attivo e uno dei primi dieci festival europei di cultura con partecipanti provenienti da molte nazioni. Promotore dell’arte, ha creato una vastissima rete di artisti, musicisti, letterati, anche stranieri, con i quali ha condotto e conduce molte battaglie culturali. Ha avuto rapporti stretti con grandi personalità, per citarne alcuni: come De Chirico e Calder fra gli artisti, Petrassi e Boulez fra i musicisti, Octavio Paz fra i letterati insieme a quasi tutti gli italiani, Fellini e Pontecorvo e altri.

Con l’appoggio di questa vasta rete è riuscito a creare un’importante collezione di opere d’arte, sia con donazioni che con acquisti a basso prezzo, in notevole parte donata alla Città di Viareggio per l’importante museo d’arte moderna e contemporanea GAMC, collegato alla vasta rete Ha sviluppato rapporti permanenti con la Scuola Superiore Sant’Anna (erede del suo vecchio collegio) nei campi storico, economico ma soprattutto informatico-robotico. Simili impegni si svolgono con la Fondazione Turati per un assiduo lavoro in campo storico, sociologico, politico, artistico e per lo studio delle conseguenze politiche della robotica e dell’informatica. Promotore dell’arte, ha commissionato per la stessa compagnia diverse litografie dei maggiori artisti contemporanei italiani. (Wikipedia)

San raffaele
To Top