Politica Italia

Giuliano Pisapia: “Un incubo listone unico con Pd e Alfano”

Giuliano Pisapia (foto Ansa)

Giuliano Pisapia (foto Ansa)

ROMA – L’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia boccia l’idea del listone unico – dal Pd ad Alfano – per le prossime elezioni politiche. “Come ho anche ribadito ieri in un incontro pubblico: per me, e non solo per me, sarebbe un incubo ed è folle solo pensarlo”. Così sul suo profilo Twitter l’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia ha risposto al giornalista Antonio Polito che, sempre sul social, gli aveva chiesto se “entrerebbe in un listone unico con il Pd e Alfano”.

Ettore Rosato, capogruppo dem alla Camera, parlando con Repubblica dell’Italicum all’indomani della sentenza della Corte Costituzionale, aveva evidenziato come, per raggiungere alle urne la soglia 40% dei consensi che dà diritto al premio di maggioranza, sia necessario lavorare “per un campo del centrosinistra più largo possibile”. Perché “l’Italicum non consente di per sé le coalizioni” ma “nessuno vieta di fare una lista aperta ad altre forze ed esperienze della sinistra”. Intendendo esplicitamente “Giuliano Pisapia”.

Ma anche dal Pd arriva la secca stroncatura del vicesegretario Lorenzo Guerini: “Vedo che si evocano scenari politici fantasiosi. Il Pd – Dice Guerini – non ha mai pensato all’ipotesi di un listone con dentro tutto e il suo contrario. Consiglierei a tutti di non inseguire e rincorrere indiscrezioni e retroscena a casaccio e seminati ad arte”. Dopo essere stato associato a un incubo e interpellato dallo stesso Polito, Angelino Alfano replica a Pisapia su Twitter, restando in tema: “No: zero assoluto. Io non soffro di incubi. Se ne ho avuto qualcuno, è stato migliore o peggiore ma non uguale a questo”.

To Top