Politica Italia

Italia civica: Berlusconi ha pronto il nuovo partito satellite per raccogliere i centristi in fuga

Italia civica: Berlusconi ha pronto il nuovo partito satellite per raccogliere i centristi in fuga

Italia civica: Berlusconi ha pronto il nuovo partito satellite per raccogliere i centristi in fuga

ROMA – Italia civica: Berlusconi ha pronto il nuovo partito satellite per raccogliere i centristi in fuga. Le dimissioni del ministro alfaniano dissidente Enrico Costa dal governo Gentiloni sono solo l’inizio di quello che può essere chiamato un contro-esodo dell’area centrista in vista di un riposizionamento a destra ispirato da un Berlusconi tornato centrale negli equilibri politici italiani. Sotto la sua regia sta per venire alla luce un nuovo partito, di cui sarebbe già pronto il nome, “Italia civica”.

Una lista satellite da affiancare a Forza Italia, un contenitore capace di raccogliere le varie esperienze della diaspora centrista e in grado di superare il 3%: “Italia civica”, un nome che occhieggia alle liste locali che fiancheggiano i partiti storici alle comunali, suggerisce l’informato redattore politico de La Stampa, da lanciare in Parlamento a brevissima scadenza, prima della pausa estiva.

L’ex leghista Flavio Tosi, per esempio, ne porta con sé 100mila secondo le stime berlusconiane: sarà arruolato. Idem Lorenzo Cesa, segretario Udc, al quale viene accreditato addirittura l’1 per cento sparso qua e là. Dentro Italia Civica confluirà il Partito dei pensionati, che sempre riciccia sotto elezioni. Non è da escludere che lì finiscano gli stessi animalisti di Michela Vittoria Brambilla, finora mai decollati nei sondaggi nonostante l’appeal mediatico. Fanali puntati su Maurizio Lupi, già ministro con Matteo Renzi: le porte del neo-partitino per lui sarebbero spalancate in quanto vanta ancora parecchie aderenze nel mondo ciellino. (Ugo Magri, La Stampa)

To Top