Politica Italia

Ius soli, Ap dice no e gela il Pd. Alfano: “Cosa giusta al momento sbagliato”

Ius soli, Ap dice no. Alfano: "Cosa giusta al momento sbagliato"

Ius soli, Ap dice no. Alfano: “Cosa giusta al momento sbagliato” (foto Ansa)

ROMA – Ius soli, Alternativa popolare dice no. Per Angelino Alfano si tratta di una misura giusta nel momento sbagliato. “Una cosa giusta fatta al momento sbagliato può diventare una cosa sbagliata”, ha detto il leader di Ap e ministro degli Esteri al termine della direzione nazionale del partito, sottolineando anche che “può diventare un favore alla Lega”. Un ‘no’ inatteso che potrebbe creare ulteriori frizioni, oltre quelle che già ci sono state all’interno del Pd, nella maggioranza di governo.

Un no che gela ogni speranza di approvare il disegno di legge in tempi rapidi e che potrebbe creare ulteriori frizioni, oltre quelle che già ci sono state all’interno del Pd.

Sulla stessa linea di Alfano è il nuovo coordinatore nazionale del partito, Maurizio Lupi: “Per noi la questione è chiusa, se ne potrà riparlare alla prossima legislatura. Serve una legge – ha detto – ma una buona legge. Ora sarebbe un errore avere altre forzature in Parlamento sullo Ius soli. Per noi si tratta di una questione chiusa per quanto riguarda questa legislatura. Se ne potrà riparlare alla prossima legislatura”.

Lunedì 25 settembre era arrivato l‘appello dei vescovi sulla cittadinanza, attraverso le parole del cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale italiana: “Penso che la costruzione di questo processo di integrazione possa passare anche attraverso il riconoscimento di una nuova cittadinanza, che favorisca la promozione della persona umana e la partecipazione alla vita pubblica di quegli uomini e donne che sono nati in Italia”, aveva detto.

To Top