Politica Italia

Ius soli, Luigi Zanda: “Centristi di Alfano lo voteranno ma…a settembre”

Ius soli, Luigi Zanda: "Centristi di Alfano lo voteranno ma...a settembre"

Ius soli, Luigi Zanda: “Centristi di Alfano lo voteranno ma…a settembre”

ROMA – Luigi Zanda, il capogruppo del Pd al Senato, torna a parlare della legge sullo Ius soli, sottolineando che i centristi che sono vicini alla Chiesa non possono dire di no. Per Zanda il centrodestra di Angelino Alfano sarebbe pronto a votare lo Ius soli, non ora ma a settembre.

Nell’intervista rilasciata da Luigi Zanda al Corriere della Sera si legge:

“Non ci sono ragioni per modificare il testo approvato alla Camera. E non capisco come tutto un mondo che fa riferimento all’insegnamento della dottrina sociale della Chiesa sull’accoglienza, possa non riconoscere diritti già costituiti. Certo, ci sarà qualche immigrato che non si comporta bene. Però quando siamo emigrati in America, abbiamo portato lavoro e intelligenza. E qualche italiano mafioso: non per questo gli Usa hanno privato della cittadinanza gli italiani onesti”.

Il capogruppo del Pd sottolinea inoltre di non aver “mai avuto segnali di contrarietà neanche dalla capogruppo di Ap Laura Bianconi” e che non vi è stata alcuna cessione al “ricatto” dei centristi:

“Gentiloni ha preso la decisione giusta. Io continuerò a battermi per lo ius soli per ragioni di umanità, coerenza e serietà. Ho sempre sentito di avere con me il governo e il Pd. Ma, ora, il provvedimento non avrebbe la maggioranza: mancherebbero una trentina di voti. A questo punto dobbiamo riportare la legge in Aula alla ripresa dei lavori”. E la fiducia potrà “diventare necessaria se abbiamo a che fare con un ostruzionismo di 50 mila emendamenti di Calderoli”.

To Top