Blitz quotidiano
powered by aruba

Luigi Sidoti (ex An) addio vitalizio: “Ora con 2mila euro non posso vivere”

ROMA – Luigi Sidoti, ex di Alleanza Nazionale, commenta la revoca del vitalizio a 6 deputati: “Ora con 2000 euro non posso vivere“. Condannati a pene superiori a 2 anni di reclusione, a ben 6 ex deputati over 80 è stato infatti tolto il vitalizio di cui avevano diritto in quanto in passato aveva occupato gli scranni del Parlamento della Repubblica italiana.

Tra i 6 per cui l’Ufficio di presidenza della Camera ha disposto la revoca ci sono i nomi noti di Toni Negri (ex leader di Autonomia Operaia) e Cesare Previti (ex MSI), ma la lista comprende anche Giuseppe Astone, Giuseppe Del Barone, Luigi Farace e Luigi Sidoti.

Intervistato da Repubblica, proprio Luigi Sidoti ha voluto commentare la decisione, a suo avviso decisamente errata, che tra l’altro ha appreso proprio dal giornalista Concetto Vecchio che lo ha contattato telefonicamente.

Lei quanto prendeva? “Duemila euro. Una miseria.” Una miseria? “Rispetto ad altre pensioni certo, comunque non voglio fare lo spocchioso”. Sidoti, del resto, ritiene che anche la sua condanna sia immotivata. “Dovevo costruire un albergo, un appalto da 4 milioni per cui mi chiesero anche il pizzo, invece è finita con una condanna costruita. Non hanno voluto vedere le carte”.


TAG: