Blitz quotidiano
powered by aruba

M5S a tavola: Palermo, chef denuncia 4mila arancini non pagati

ROMA – M5S a tavola: Palermo, chef denuncia 4mila arancini non pagati. Non di scontrini si parla, ma di arancini non pagati. E’ l’ultima grana per i 5 Stelle: lo chef di Palermo Roberto Lombardo ha fatto causa al Movimento perché non gli ha pagato i 5mila euro del caratteristico snack siciliano, 4mila pezzi venduti durante la kermesse nazionale di settembre. Finora ha visto solo la metà del pattuito. Soprattutto, non gli è andato giù il prezzo cui sono stati offerti: 3 euro e mezzo contro i due euro normali e consigliati dallo chef.

“Sono stato ingaggiato senza neppure un contratto, in base a un accordo solo verbale”, spiega Lombardo al Corriere della Sera. “Ho subito anche un danno d’immagine, visto che, nello stand con la mia insegna, gli arancini sono state vendute dall’organizzazione a 3,50 euro, anziché al prezzo di due euro che io pratico nel mio negozio e che avevo consigliato. Ecco perché ho deciso di adire le vie legali.

I 5 Stelle hanno risposto che il servizio è giunto in ritardo mentre non sono state gradite le operazioni di smaltimento degli olii residui. Secondo Lombardo, invece, tutte le norme igieniche del caso sono state correttamente rispettate, piuttosto, lamenta, “non sono stato messo nelle condizioni di lavorare al meglio”.