Politica Italia

Manovra, il governo pone la fiducia

Manovra correttiva, il governo pone la fiducia alla Camera

Manovra correttiva, il governo pone la fiducia alla Camera (Nella foto Ansa, Anna Finocchiaro)

ROMA – Il governo pone la fiducia sulla manovra correttiva dei conti pubblici. Lo ha annunciato in Aula alla Camera la ministra per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro, che ha posto così a nome del governo la questione di fiducia sul decreto legge nato per tagliare di 3,4 miliardi il rapporto deficit/Pil in accordo con le richieste di Bruxelles, ma che è finito per essere un provvedimento carico di misure. Compresa quella che, secondo parte della sinistra e dell’opposizione, è la misura che reintroduce i voucher.

Proprio per i buoni del lavoro è arrivato il no al testo da parte di Mdp, tanto che il nuovo strumento è stato approvato in Commissione Bilancio con il sostegno di Lega e Forza Italia.

Il caso voucher rischia di compromettere davvero la manovrina, non tanto alla Camera, dove i numeri ci sono, quanto al Senato, dove il no minacciato da Mdp rischia di mettere in seria difficoltà il governo. Al Senato, inoltre, difficilmente si potrà ripetere la situazione che ha visto il soccorso del centrodestra, adesso che è stata posta la questione di fiducia.

Il voto finale sulla manovra correttiva a Montecitorio è previsto nella mattinata di giovedì primo giugno. Dopo l’esame della Camera, il decreto legge dovrà passare quello del Senato per essere convertito in legge entro il 23 giugno prossimo.

 

To Top