Politica Italia

Massimo Bergamin (Lega), la proposta choc del sindaco: “Braccialetto elettronico per tutti i migranti”

Massimo Bergamin (Lega), la proposta choc del sindaco: "Braccialetto elettronico per tutti i migranti"

Massimo Bergamin (Lega), la proposta choc del sindaco: “Braccialetto elettronico per tutti i migranti”

ROVIGO – Braccialetto elettronico per tutti i richiedenti asilo: così “li rintracciamo”. E’ la proposta choc presentata dal sindaco di Rovigo e vicesegretario veneto della Lega Nord, Massimo Bergamin. In un comunicato ufficiale, la “soluzione” è presentata in questi termini:

“Propongo che chi è ospitato nei nostri territori venga controllato giorno e notte con strumenti elettronici all’avanguardia che consentano alle forze dell’ordine di rintracciarlo in tempo reale, e nel caso di problemi di ordine pubblico, venga opportunamente sanzionato e punito con il rimpatrio nel paese di provenienza”.

Una proposta provocatoria che, se anche fosse ammissibile, avrebbe costi proibitivi. Ma il sindaco Bergamin ha pensato anche alle coperture:

“I costi – precisa – dovranno essere inclusi nei budget messi a disposizione per la cosiddetta accoglienza, cooperative ed altri soggetti che gestiscono i richiedenti asilo, e quindi non gravare ulteriormente sulle tasche dei cittadini italiani”.

Bergamin non è nuovo a certe uscite indisponenti. Già a novembre 2015 fece parlare di sé quando su Facebook scrisse:

 “Se il prefetto, il ministro Alfano e il fenomeno di Firenze (l’allora presidente del Consiglio Matteo Renzi, ndr) non accoglieranno le mie richieste di schierare l’esercito, scriverò a Putin!”

To Top