Blitz quotidiano
powered by aruba

Matteo Salvini contro Visco: “Dovrebbe essere in galera”

ROMA – Matteo Salvini attacca Ignazio Visco: “Dovrebbe essere in galera”. L’attacco del leader della Lega Nord è arrivato dopo le parole del governatore della Banca d’Italia alla consueta relazione annuale. Ma Salvini non gli perdona il caso delle banche che hanno mandato in rovina i risparmiatori.

“In un paese normale il governatore di Bankitalia Visco, invece di pontificare, sarebbe in galera, ha attaccato Salvini. Che cacchio hanno controllato in questi anni? Dov’erano mentre le banche fregavano e saltavano? Dov’erano mentre Popolare Vicenza e Veneto Banca bruciavano 11 miliardi di euro di risparmi, rovinando migliaia di cittadini? Bankitalia deve tornare ad essere sotto il controllo dei cittadini, non di quattro burocrati di Bruxelles. A pagare non devono essere risparmiatori e lavoratori, ma i banchieri e i mancati controllori. La lega non molla”.

Le parole di Visco sono state invece apprezzate dal segretario della Cgil Susanna Camusso, che ha espresso il suo accordo sulla necessità di investimenti pubblici per far ripartire l’economia: “Mi pare abbia assolutamente ragione”. Sulla stessa linea il segretario della Cisl Annanaria Furlan: “Ha ragione Visco a sollecitare un impegno maggiore per la crescita, rilanciando investimenti pubblici mirati, in particolare in infrastrutture materiali ed immaterali e rafforzando gli incentivi all’innovazione” e aggiunge, “ma anche il sistema bancario deve fare oggi di più per lo sviluppo del Paese, con un nuovo modello di servizio e consulenza delle banche, recuperando la fiducia nei cittadini attraverso una gestione trasparente e virtuosa del credito, senza ridurre gli organici e gli sportelli”.