Politica Italia

Matteo Salvini: “Marina Militare e Guardia Costiera sono vicescafisti”

Matteo Salvini: "Marina Militare e Guardia Costiera sono vicescafisti"

Matteo Salvini: “Marina Militare e Guardia Costiera sono vicescafisti”

ROMA – Matteo Salvini si scatena contro la Marina Militare, la Guardia Costiera e le ong. Il leader della Lega Nord in una intervista a La Zanzara, programma di Radio 24, accusa la marina e la Guardia costiera di essere “vicescafisti” che portano i migranti in Italia e poi le ong di fare soldi, invece di salvare vite umane. Salvini ne ha per tutti e al deputato Luigi Di Maio dice: “Arrivi con due anni di ritardo sulle ong”.

 

Parlando ai microfoni de La Zanzara, programma condotto da Giuseppe Cruciani, Matteo Salvini si scatena parlando dell’immigrazione e delle ong:

“La cosa grave che sta succedendo è che la Marina Militare e la Guardia Costiera che dovrebbero essere pagate per difendere i confini, la sicurezza, fanno i vice scafisti. E’ assolutamente così. Di Maio – dice Salvini, a proposito della polemica del vicepresidente della Camera con Roberto Saviano –  è arrivato con due anni di ritardo a sostenere quello che è evidente. Fosse per me bloccherei tutte le navi che battono bandiera italiana. Per quelle che battono bandiere straniere, Malta, Panama, Norvegia, Germania, non attraccano in un porto italiano, mai. Ci stanno riempiendo di migliaia di clandestini. Saviano – dice ancora Salvini – Saviano chi? Pensi a scrivere libri. Le Ong non salvano vite umane, fanno soldi. Ci sono tante testimonianze che le Ong contattano direttamente gli scafisti col telefono e procure che stanno indagando. Nel frattempo non farei attraccare neanche una barca. E’ in corso un’enorme operazione di favoreggiamento di immigrazione clandestina”.

Il leader della Lega Nord ne ha anche per il Papa, sostenendo che sia necessario applicare al Vaticano le stesse regole sull’immigrazione che vigono in Italia:

“Il Papa dice che c’è posto per tutti i migranti se ogni comune ne prende due? Ha fatto male i conti, matematicamente è sbagliato, perché essendo 8.000 i comuni italiani, il totale fa 16.000. Ne abbiamo 180 mila negli alberghi e nelle case. E’ un errore….Il Papa – dice ancora Salvini – dice che siccome ci sono le culle vuote  allora dobbiamo accogliere i migranti. Ma che ragionamento è? Le culle sono vuote perché gli italiani hanno problemi di lavoro. E più immigrati sbarcano, più problemi avranno gli italiani col lavoro. Il Vaticano – aggiunge – ha delle leggi molto rigorose sull’immigrazione. Applichiamo le stesse regole del Vaticano all’Italia. Ci metterei la firma domani mattina. Anche il trattamento fiscale lo estenderei a tutti gli imprenditori italiani domattina”.

Sulla liberazione poi, prosegue Salvini all’indomani del 25 aprile, “non c’è nulla da festeggiare” perché siamo “invasi da immigrati”:

“Non festeggio la Liberazione. Ma cosa c’è da festeggiare? Si festeggia la liberazione dalla dittatura e dall’invasione, ma oggi siamo invasi dagli immigrati e l’invasione viene finanziata ed organizzata. Un paese non è libero – dice Salvini – se non è sicuro. Ma la retorica della Resistenza è stata usurpata da una sola parte politica. Mentre la resistenza l’hanno fatta bianchi, gialli, verdi, fucsia, cattolici, federalisti. Non solo i comunisti. Come il primo maggio: presidiato da sindacati che poco hanno a che fare col lavoro”.

Le posizioni della Lega Nord e del Movimento 5 stelle negli ultimi tempi sembrano avvicinarsi sempre più, ma su una possibile alleanza Salvini resta scettico:

“Alleanza con i Cinque Stelle? Impossibile. Cambiano idea ogni quarto d’ora. L’altro giorno regalavano piantine di marijuana. Sull’euro hanno cambiato idea, sull’Europa pure. E il reddito di cittadinanza sarebbe l’ennesimo favore a chi non ha la cittadinanza italiana”.

To Top