Politica Italia

Migranti, ai Comuni che accolgono 500 euro per ogni rifugiato

Migranti-Comuni-500-rifugiato

Migranti, ai Comuni che accolgono 500 euro per ogni rifugiato

ROMA – Ai Comuni che accolgono i migranti andranno 500 euro per ogni rifugiato. Lo ha stabilito il governo, confermando un provvedimento varato l’anno scorso. Si tratta, nel complesso, di uno stanziamento di 150 milioni di euro che si tradurrà in uno specifico contributo per ogni Comune in base al numero dei profughi accolti.

Il contributo di 500 euro per ogni migrante accolto sale a 700 euro per quanti fanno parte invece dei progetti Sprar, il progetto di accoglienza integrata che offre accompagnamento legale e sociale, percorsi
di inclusione e inserimento socioeconomico. Le somme stanziate dal Governo potranno essere spese liberamente dalle amministrazioni comunali, che non avranno alcun vincolo.

Il bonus è stato ben accolto dai Comuni. In una nota pubblicata online il sindaco di Prato e delegato dell’Anci (l’Associazione nazionale dei Comuni italiani) all’immigrazione, Matteo Biffoni, scrive:

“Il bonus di 500 euro per ogni richiedente asilo, destinato ai Comuni che accolgono, è un segno di attenzione che il Governo ha rivolto ai sindaci, che ogni giorno si assumono la responsabilità della gestione di un fenomeno complesso. Un contributo una tantum, certo, ma sicuramente il primo atto tangibile arrivato ai territori. Il sostegno anche economico ai territori che fanno la propria parte nell’accoglienza deve diventare strutturale anche con provvedimenti come lo sblocco del turn over del personale. Come l’Anci sostiene da tempo, infatti, questo serve per dare risposte alle comunità che accolgono, con servizi adeguati, sostegno economico alle famiglie in difficoltà, investimenti per strade o scuole, evitando così tensioni sociali e difficoltà”.

Soddisfazione per l’avvio dell’erogazione dei fondi viene espressa anche dalla presidente della commissione Immigrazione dell’Anci, Irma Melini

To Top