Blitz quotidiano
powered by aruba

Milano, giunta di Beppe Sala: metà assessori di Pisapia, vice donna

MILANO – Il sindaco di Milano, Beppe Sala, ad una settimana dall’elezione ha presentato la sua giunta: metà degli asri provengono dalla giunta Pisapia, il vice sindaco sarà donna.

Della scorsa giunta, sono stati confermati Pierfrancesco Majorino (Politiche Sociali), Cristina Tajani (Lavoro e commercio), Carmela Rozza (Sicurezza), Filippo Del Corno (Cultura), Pierfrancesco Maran (Urbanistica) e Marco Granelli (Mobilità). I nomi nuovi sono quelli del vicesindaco Anna Scavuzzo, che sarà anche asre all’Educazione, Roberta Guaineri (Turismo, Sport e Tempo libero), Gabriele Rabaiotti (Casa e lavori pubblici), Roberto Tasca (Bilancio e Demanio), Roberta Cocco (Trasformazione digitale e servizi civici). Al radicale Lorenzo Lipparini un nuovo asrato alla Partecipazione e open data. Sala terrà le deleghe alle partecipate, promozione internazionale e periferie e ha confermato la collaborazione di Gherardo Colombo ed Emma Bonino come consulenti del Comune.

Capo di gabinetto del sindaco è l‘avvocato Mario Vanni che, con i suoi 33 anni, “credo sia il più giovane della storia del Comune di Milano e questo è un fatto positivo”, ha spiegato il sindaco. La nomina del capo di gabinetto sarà deliberata “nel corso della prima riunione di giunta”, che si terrà la prossima settimana.

Poche le sorprese nella composizione della giunta, con sei asri del Pd (Rozza, Granelli, Maran, Del Corno, Scavuzzo, Majorino), anche se Filippo Del Corno si è candidato con la lista Sinistra X Milano, pur avendo la tessera del Partito Democratico. Indipendente ma vicino al Pd anche Gabriele Rabaiotti, architetto presidente uscente del Consiglio di zona 6, mentre Cristina Tajani nel 2011 era entrata nella giunta Pisapia come esponente di Sel ma nelle ultime elezioni ha fatto parte della lista civica di Beppe Sala.

I Radicali sfruttano l’apparentamento deciso dopo il primo turno e ottengono la nomina ad asre del loro capolista Lorenzo Lipparini. Tra i nomi nuovi, Roberta Guanieri è un’avvocato che si occupa di diritto societario e di diritto penale dell’impresa, Roberto Tasca è docente di economia a Bologna e Roberta Cocco manager della Microsoft.

La prima riunione della nuova giunta si terrà “giovedì o venerdì e come avevo promesso sarà al Giambellino”, un quartiere periferico della città, ha spiegato Sala, presentando la squadra di asri che lo affiancherà al governo della città. “Non è solo una questione simbolica, infatti credo che ascoltare la città sia importante”.

Tra qualche giorno “sarà convocato anche il primo consiglio comunale, ha continuato, e nei prossimi giorni incontrerò anche” i collaboratori che affiancheranno il sindaco per alcuni temi. Come l’ex pm Gherardo Colombo, che lavorerà per il comitato Trasparenza e Legalità, ed Emma Bonino, che dovrebbe essere consulente per le questioni internazionali, “perché la Brexit, che non è una buona notizia – ha concluso – può essere una grande opportunità per Milano se agisce in fretta”.