Blitz quotidiano
powered by aruba

Minenna (Bilancio) molla Raggi: fuga da Roma Capitale M5S

ROMA – Minenna (Bilancio) molla Raggi: fuga da Roma Capitale M5S. L’uscita di Marcello Minenna è un vero cataclisma per la giunta Raggi. Minenna infatti non era un semplice asre ma era l’uomo chiave della squadra di governo avendo deleghe pesanti: oltre al bilancio infatti si doveva occupare di patrimonio e partecipate. Il super asre doveva mettere mano dunque al riordino delle aziende capitoline, alla spending review con tagli agli sprechi e doveva riorganizzare il patrimonio capitolino già al centro di scandali come quello di Affittopoli.

Ed inoltre aveva in mano la questione del bilancio con l’ipoteca pesante del debito e la sua gestione commissariale. Con il suo addio, l’esecutivo a Cinque Stelle della Capitale perde un pezzo da novanta: Minenna, arrivato dalla Consob, aveva avuto una precedente esperienza pure con l’ex commissario Francesco Paolo Tronca. Per la nomina di Minenna si spese Luigi Di Maio.

Malagò: “Dimissioni in Comune? Lasciamo lavorare Raggi”. “Non entro nel merito delle vicende del Comune. Sono sempre stato rispettoso del lavoro della Sindaca Virginia Raggi e continuerò ad esserlo. Spero e sono convinto che i problemi si risolveranno al più presto”. Lo ha detto all’Ansa il Presidente del CONI Giovanni Malagò rispondendo ad una domanda sulle dimissioni nella squadra della Sindaca Raggi.

“Lasciamo lavorare la Raggi e la sua squadra in tranquillità, senza pressioni né da una parte né dall’altra. Il mondo dello sport, che ho l’onore di rappresentare, non si presta mai ad alcuna strumentalizzazione di carattere politico”, ha concluso Malagò che resta in attesa di un appuntamento per affrontare il tema della candidatura di Roma ai Giochi Olimpici e Paralimpici del 2024.