Politica Italia

Natale parlamentari: voti a raffica e poi 20 giorni di ferie

Natale parlamentari: voti a raffica e poi 20 giorni di ferie

Natale parlamentari: voti a raffica e poi 20 giorni di ferie

ROMA – Riforma Rai e Legge di Stabilità al Senato, collegato ambientale alla Camera: votazioni lampo e a raffica con il trolley già pronto sotto lo scranno. Così, dopo il lunghissimo ponte dell’Immacolata col quale si erano presi ben dieci giorni di “riposo”, i parlamentari si concedono altri 20 giorni di “meritate” vacanze natalizie. In tutto il mese di Dicembre hanno lavorato scarsi 10 giorni.

Per la precisione la Camera riprenderà i lavori dopo 19 giorni, l’11 gennaio: decreto Ilva la mattina, riforme costituzionali nel pomeriggio. Un giorno in più di vacanze per il Senato che riaprirà i battenti il 12 gennaio, dopo 20 giorni di stop, per occuparsi del provvedimento sugli appalti. Il contrastato ddl Cirinnà sulle unioni civili, invece, è stato messo in calendario per il 26 gennaio, ma continua il braccio di ferro con chi vuole imporre al provvedimento il passo del gambero riportandolo in commissione.

In compenso i parlamentari non sono mai stati così operosi come oggi, martedì 22 dicembre, che in un clima pre-natalizio si sono scambiati saluti e abbracci dandosi appuntamento per l’anno prossimo. L’atmosfera natalizia, nel complesso, ha velocizzato i tempi: basti pensare che la legge sulla Rai è stata approvata rapidamente per alzata di mano senza perder tempo con la registrazione del voto, nessuno ha chiesto il voto elettronico. Un via libera liscio come l’olio.

To Top