Blitz quotidiano
powered by aruba

Paola Taverna: “Non sono io la spia M5s”. Direttorio romano dimissioni in massa

ROMA  – Salta a Roma il mini Direttorio M5s. E Paola Taverna si difende: “Non sono io la spia del Movimento 5 Stelle”. Ad annunciare l’addio, sul blog di Beppe Grillo, proprio i componenti  Paola Taverna, Fabio Massimo Castaldo e Gianluca Perilli. Secondo i tre, infatti, “la macchina amministrativa è partita ed è giusto che ora proceda spedita. Per questo, riteniamo che oggi il nostro compito non sia più necessario”. Nell’annunciare l’uscita i tre precisano: “Non faremo mai mancare il nostro sostegno e il nostro contributo” all’amministrazione capitolina.

Difficile però pensare a dimissioni non traumatiche visto che arrivano in un momento di estremo caos per M5s e per Roma. Soprattutto il passo indietro della Taverna arriva solo qualche ora dopo il suo sfogo per essere stata accusata di aver divulgato documenti riservati. Nello specifico Taverna era stata sostanzialmente accusata di aver diffuso le email che dimostravano che Di Maio sapeva dell’indagine a carico di Paola Muraro.

Mercoledì sera Taverna si era difesa su Facebook negando di essere la spia e dicendosi pronta a querelare: “Non ho dato io sms e mail ai giornali, sono pronta a querelare! Allora ho già provveduto a far smentita pubblica a chi si è permesso di dire che sono stata io a passare mail ed sms alla stampa e sono pronta a querelare chiunque lo affermi nuovamente! Chiaro? Il Movimento 5 stelle è la mia vita e per quello che è in mio potere lotterò fino alla fine per veder realizzato quel sogno. Non riuscirete a metterci gli uni contro gli altri e chi oggi sta facendo certe insinuazioni definendosi uno del 5 stelle può trovare altra collocazione”.

Intanto Beppe Grillo sostiene pubblicamente Virginia Raggi. “#SiamoTuttiConVirginia”. Beppe Grillo lancia un nuovo hashtag e, sul “blog delle stelle” insieme a Alessandro Di Battista, Luigi Di Maio, Roberto Fico, Carla Ruocco, Carlo Sibilia, attacca Pd e giornali sottolineando che “i loro tentativi non serviranno a nulla: Virginia Raggi è forte del mandato di quasi 800.000 romani e del sostegno e della fiducia piena dell’intero Movimento 5 Stelle”.

“Il sindaco di Roma Virginia Raggi e tutti gli asri – si legge sul post – stanno lavorando a testa bassa per restituire ai romani una città pulita, ordinata, funzionante, viva e risolvere i danni lasciati da venti anni di mala politica e di mala gestione da parte dei partiti e di certi dirigenti delle municipalizzate, il Pd e i giornali si occupano solo di colpire la Raggi e il Movimento 5 Stelle a suon di balle”.

“Da un lato – si legge ancora – pubblicano retroscena e notizie false sui rapporti dei portavoce del MoVimento 5 Stelle con Virginia Raggi e gli asri nel tentativo di screditare l’operato del sindaco e nella speranza (vana) di spaccarci. Dall’altro sostengono che Roma nelle ultime settimane è stata invasa dai rifiuti, quando in realtà i romani da anni hanno sotto gli occhi lo stesso degrado, eccezion fatta per la pulizia che nei primi giorni abbiamo effettuato sul Lungotevere e nella pista ciclabile di Tor Bella Monaca, che ora è di nuovo utilizzata dai bambini del quartiere. A causa di amministratori politici che hanno usato l’azienda pubblica Ama e i soldi dei cittadini per fare i propri porci comodi: ci sono state valanghe di assunzioni agli amici degli amici, affari con le lobby della spazzatura e spartizione di poltrone a destra e manca. A questa gente di risollevare Roma non frega niente: vogliono solo indebolire il sindaco e il MoVimento 5 Stelle. I loro tentativi non serviranno a nulla: Virginia Raggi è forte del mandato di quasi 800.000 romani e del sostegno e della fiducia piena dell’intero Movimento 5 Stelle”.

“I giornalisti continueranno a inventare di sana pianta ‘processi’ e ‘strigliate’ al sindaco – prosegue il post -, ‘guerre’ e ‘caos’, noi continueremo a stare al fianco di Virginia per sostenerla nella nostra battaglia comune. Non c’è solo la spazzatura da cancellare, ma un intero sistema marcio di poteri forti che continua a proporre soluzioni antieconomiche, pericolose e dannose come gli inceneritori – vedi il ministro dell’Ambiente Galletti – e che ha paura che il MoVimento 5 Stelle spazzi via anche loro. E’ solo questione di tempo e Roma e i romani torneranno a respirare aria pulita in tutti i sensi. #SiamoTuttiConVirginia”.