Blitz quotidiano
powered by aruba

Pd in piazza a Roma per il Sì: c’è anche Cuperlo, selfie con la Boschi FOTO

ROMA – Gianni Cuperlo in Piazza del Popolo per prendere parte alla manifestazione del Partito Democratico sull’Europa e il referendum si fa fotografare in compagnia della ministra delle Riforme, Maria Elena Boschi. Nei giorni scorsi Cuperlo, esponente di punta della minoranza Pd anti-Renzi, aveva manifestato l’intenzione di non essere in piazza, come gli altri esponenti della minoranza Dem. La decisione di Cuperlo è un gesto “di rispetto per il popolo Pd che oggi è in piazza” ha spiegato lo stesso Cuperlo. “Sono qui con le mie convinzioni, ad una manifestazione del mio partito. Mi rendo conto che il sentiero del dialogo c’è ma è stretto. Mi auguro che i vertici del Pd vadano avanti nel dialogo. Fino alla fine spero in un accordo”.

Tanti militanti gli hanno stretto la mano, ringraziandolo della sua presenza e chiedendogli di aderire anche lui al “sì” “Sono venuto qui perché c’è un pezzo di sinistra, anche sapendo di attirare le critiche di chi non c’è. Io penso anche a quella parte che non c’è e da subito ho lavorato per ridurre le distanze e accorciare le differenze”. Gianni Cuperlo è stato accolto da Lorenzo Guerini all’arrivo a Piazza del Popolo e si è poi concesso il selfie con la Boschi. Quanto al comitato sull’Italicum, ribadisce che “sin dall’inizio ho cercato entrando nel comitato una sintesi perché in gioco è la qualità della democrazia e istituzioni più forti. La sintesi ancora non c’è e se non ci sarà alla fine del percorso, io resterò coerente con quanto annunciato”.

MATTEO RENZI SUL PALCO: “DESTNO PD E’ NON LITIGARE MA CAMBIARE L’ITALIA” – Sulle note di “‘O Sole Mio”, il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, è salito sul palco della manifestazione Pd. Prima di lui ha preso la parola il sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini. “Noi siamo quelli che non dicono Vaffa ma provano insieme a fare una proposta per il futuro del paese, la politica che non vuole solo insultare. Ne avevamo bisogno di voi, vi siamo grati per lo straordinario abbraccio”. Renzi ha proseguito: “In questi mesi abbiamo avuto discussioni, qualche litigio di troppo, come sono belle le riunioni in streaming ma quanto è bello tornare ad abbracciarsi in piazza. Il nostro destino non è litigare nostro interno ma cambiare l’Italia. E farlo adesso!”.

Renzi critica Forza Italia e accusa: “Fronte del No vero partito della Nazione”. “Fi aveva detto Sì, poi aveva indicato un nome per il Quirinale e hanno cambiato idea. E se hanno cambiato idea per questo non avevano chiaro che il Pd non tratta sui valori fiondamentali inciuci. Nel patto del Nazareno non c’è il presidente della Repubblica. Avete visto che aveva ragione”. “Il partito della Nazione è quello di Salvini, Brunetta, D’Alema, che dicono solo no. Questo è il partito della Nazione”.

Il presidente del Consiglio ha poi ironizzato sul “frigogate” denunciato dalla sindaca di Roma Virginia Raggi: “Nessuno si permetta di lasciare un frigo in piazza perché noi i complotti non li accettiamo. Va bene la parola d’ordine onestà, è la nostra ma il nostro destino è cambiare l’Italia, la politica deve essere concreta, competente. Non basta dire ‘onestà, onestà'”.

Cuperlo, selfie con la Boschi2

Cuperlo, selfie con la Boschi (foto Ansa)