Blitz quotidiano
powered by aruba

Radio Maria, don Livio: “Famiglie arcobaleno? Sporcizia…”

Radio Maria. Il suo energico direttore si dice "pronto ad andare in galera" pur di contrastare la legge Cirinnà sulle unioni civili

ROMA – Radio Maria (ha più ripetitori di ogni emittente privata, più della Rai) è impegnatissima a contrastare l’approvazione della legge sulle unioni civili. Il suo direttore,l’energico don Livio Fanzaga ha minacciato una guerra senza esclusioni di colpi e per la causa è anche “pronto ad andare in galera”. Qualche tempo fa, in seguito all’eco mediatica suscitata dalle rivelazioni Vatileaks, si era augurato in diretta l’impiccagione per i giornalisti Emiliano Fittipaldi e Gianluigi Nuzzi.

Stavolta, sempre a proposito del contestato disegno di legge Cirinnà per regolare le unioni civili, ai microfoni di Radio Maria se l’è presa con le cosiddette “famiglie arcobaleno”: sono solo “sporcizia”, ha dichiarato sprezzante. Da preferire sarebbe l’espressione groviglio – ha spiegato – “dal momento che “non si sa chi è la madre, chi è il padre e il figlio non sa da che parte girarsi”.

Meloni: “Una legge per Elton John”. Da registrare, tra gli oppositori al decreto, l’ultima presa di posizione di Gi Meloni, leader di Fratelli d’Italia. Quella sulle unioni civili “è una legge ipocrita, perché è solo per i ricchi e consente alle coppie di gay di andare all’estero e comprarsi un figlio. E’ una legge per Elton John”.

“Per noi il più debole tra una coppia di omosessuali che desidera avere un bambino e un bambino, è il bambino, che non vota e non può difendersi da solo”, ha aggiunto a margine del flash-mob organizzato davanti a Palazzo Madama contro il ddl unioni civili.