Blitz quotidiano
powered by aruba

Referendum, Mattarella risponde a Usa: “Sovranità agli elettori”

SOFIA – Una risposta elegante ma che mette un punto fermo: “La sovranità è e rimane in mano agli elettori”. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella da Sofia, dove si trova in visita ufficiale, replica all’ambasciatore Usa che ieri 14 settembre si era fortemente espresso per il “sì” al prossimo referendum costituzionale. Spiega il Capo dello Stato:

“Il mondo si è molto interconnesso: quindi ogni avvenimento che avviene in un paese importante, e l’Italia è un paese importante, è seguito con attenzione anche all’estero. Naturalmente questa considerazione non muta in nulla il fatto che la sovranità sia demandata agli elettori”.

Quello del referendum costituzionale è un passaggio da vivere “serenamente” ed è normale in un mondo sempre più interconnesso che sia seguito con grande attenzione anche all’estero, ha spiegato il presidente Sergio Mattarella dall’ambasciata italiana a Sofia, dove si trova in visita ufficiale. “Il mondo è diventato, non dico piccolo, ma molto più interconnesso, e ogni cosa che avviene in un Paese si riverbera negli altri Paesi”.

A titolo di esempio il capo dello Stato ha citato quanto successo con il referendum in Gran Bretagna. Ciò detto, interpellato anche sulle dichiarazioni di ieri dell’ambasciatore americano Phillips, Mattarella ha chiarito che in ogni caso la sovranità resta agli elettori italiani.